Iniquità fiscale: Meloni e Salvini uniti per difendere i più ricchi dalle tasse
Top

Iniquità fiscale: Meloni e Salvini uniti per difendere i più ricchi dalle tasse

Il capo della Lega destabilizza il governo Draghi facendo melini e l'ex missina rilancia: "Noi non siamo no vax ma no tax, è un tema importante per il centrodestra"

Salvini e Meloni
Salvini e Meloni
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Ottobre 2021 - 19.43


ATF

Diciamo la verità: parlano di popolo e si dicono contro le élite poi le poro politiche vanno sempre a vantaggio dei ricchi-
“Il tema della delega fiscale di oggi non è legato alla scossa delle elezioni amministrative, la delega così, per quello che ho letto, non contiene nessuna indicazione su come si intenda fare la riforma fiscale. Noi non siamo no vax ma no tax, è un tema importante per il centrodestra, io credo che Salvini faccia bene a non votare una delega in bianco. Si è già visto che sulle questioni fondamentali da parte del governo Draghi c’è una certa inclinazione”. 
Lo ha detto la leader di Fdi Giorgia Meloni, nella puntata di Porta a Porta.
“Non aumentano le tasse? Italiani state sereni… Se aumenta il valore di tutte le case con la revisione delle rendite catastali temo che sia scritto” che aumenteranno le tasse, “stiamo andando a parare lì, alla proposta di Letta che tra le sue idee lunari aveva anche l’aumento delle tasse di successione”, ha concluso Meloni.
L’ex missina dimentica di dire che nessuna proposta prevede che si innalzino le tasse ma solo che si riequilibrino: i meno fortunati pagano di meno e i più ricchi di più. Anche per la tassa di successione.
Ma si sa da che parte stanno i sovranisti…

Leggi anche:  Salvini in stile Vannacci: "Depositata una proposta di legge per reintrodurre la leva". La destra si spacca
Native

Articoli correlati