Per Salvini Cucchi era un venditore di morte ma a Morisi tende 'cristianamente' la mano

Luca Morisi, ex social media manager di Matteo Salvini, ha così commentato la notizia dell’indagine a suo carico: “Ho rassegnato il 1° settembre le dimissioni dai miei ruoli all’interno della Lega"

Salvini e Morisi

Salvini e Morisi

globalist 27 settembre 2021
Dopo aver definito Cucchi un venditore di morte mostrando di non essere un prapagatore di buon gusto, con Morisi ha decisamente cambiato il tiro. 
“Non ho commesso alcun reato ma la vicenda personale che mi riguarda rappresenta una grave caduta come uomo”. Così Luca Morisi, ex social media manager di Matteo Salvini, ha commentato la notizia dell’indagine a suo carico per cessione di stupefacenti presso la Procura di Verona. 
“Chiedo innanzitutto scusa per la mia debolezza e i miei errori a Matteo Salvini e a tutta la comunità della Lega a cui ho dedicato gli ultimi anni del mio impegno lavorativo, a mio padre e ai miei famigliari, al mio amico di sempre Andrea Paganella a fianco del quale ho avviato la mia attività professionale, a tutte le persone che mi vogliono bene e a me stesso” ha sottolineato Morisi, inventore della “Bestia” che ha lanciato l’immagine di Salvini sui social.
“Ho rassegnato il 1° settembre le dimissioni dai miei ruoli all’interno della Lega: è un momento molto doloroso della mia vita, rivela fragilità esistenziali irrisolte a cui ho la necessità di dedicare tutto il tempo possibile nel prossimo futuro, contando sul sostegno e sull’affetto delle persone che mi sono più vicine”.
“Quando un amico sbaglia e commette un errore che non ti aspetti, e Luca ha fatto male a se stesso più che ad altri, prima ti arrabbi con lui, e di brutto. Ma poi gli allunghi la mano, per aiutarlo a rialzarsi” ha scritto, sulla sua pagina Facebook, Matteo Salvini.  Il leader della Lega ha postato una sua foto con Luca Morisi, e spiega: “Amicizia e lealtà per me sono la Vita. In questa foto avevamo qualche anno e qualche chilo in meno, voglio rivederti presto con quel sorriso. Ti voglio bene amico mio, su di me potrai contare. Sempre”.