Top

Gladiatori, crociati e dolce vita: Michetti presenta il suo improbabile programma per la cultura

Nel programma del candidato di destra alla guida della capitale anche due giornate: una della Lotta contro la Droga e una per la vita nascente con un "fondo di aiuto alle madri in gravidanza difficile".

Enrico Michetti

globalist

21 Settembre 2021


Preroll

Un mix di improvvisazione, elenco della spesa, provincialismo e paternalismo tradizionalista con la istituzione di due giornate per lottare contro la droga e per la vita, ossia portare lo spirito reazionario del cosiddetto congresso di Verona nella capitale.
Il tutto con una spruzzatina di Gigi Proietti e Ennio Morricone pensando così di rendere presentabile quello che presentabile non è.
Roma deve diventare la Capitale della Bellezza, deve avere più poteri e risorse, ci deve essere una devoluzione amministrativa verso i municipi.
Poi più bus, più raccolta differenziata e aumento dello spazzamento delle strade, maggiore cura del verde.
Enrico Michetti, candidato del centrodestra per la corsa in Campidoglio, sdogana il suo dettagliato programma a 15 giorni dal primo turno dove, oltre ad affrontare gli atavici problemi di Roma, dissemina piccole idee che ruotano tutte attorno a quel recupero dell’identità romana di cui più volte si è fatto difensore.
E così si va dall’esaltazione del Buon Romano con una card che premia i cittadini virtuosi (dai volontari a chi non butta i materassi per strada e non prende multe) alla salvaguardia dell’italiano anche nelle istituzioni e nelle insegne dei negozi, dalle scene rievocative davanti ai monumenti (gli immancabili gladiatori al Colosseo ma anche i crociati a Castel Sant’Angelo) ad una movida stile anni ’50 col glamour della Dolce vita e una sorta di ‘bonus circolazione’ per la Vespa considerata “un’icona per Roma”.
La romanità chiaramente si declina nel cartellone culturale col tutto il corollario di feste popolari (la Madonna fiumarola, San Giovanni, il Carnevale romano) ma anche un Festival Proietti e uno per Morricone. Spazio anche a RisolvApp, la app ‘per risolvere i problemi’, congeniale al candidato che al debutto fu presentato da Giorgia Meloni come ‘Mr Wolf, risolve problemi’.
Tra le iniziative l’istituzione di due giornate, una della Lotta contro la Droga e una Per la vita nascente con un “fondo di aiuto alle madri in gravidanza difficile”.
Nelle scuole poi, garantisce Michetti, non ci sarà spazio per “progetti che promuovono la teoria gender” o “che spiegano l’utero in affitto”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage