Top

Salvini continua a difendere Adriatici prima che le indagini finiscano: "Normale girare con la pistola se..."

Sull'assessore leghista Adriatici, responsabile di omicidio a Voghera: "Lasciamo indagare, era legittima difesa"

<picture> Matteo Salvini </picture>
Matteo Salvini

globalist

22 Luglio 2021


Preroll

“Se ha il porto d’armi, come un milione e trecentomila italiani, certificati da questure e prefetture, è normale che un uomo giri armato”.  L’assessore della Lega Matteo Salvini, ospite di “Agorà” su Raitre, torna sul caso dell’assessore leghista alla sicurezza Massimo Adriatici, che martedì sera a Voghera ha sparato uccidendo un 39enne a Voghera. “La domanda è bizzarra – aggiunge Salvini – se uno ha il porto d’armi è assolutamente normale”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Da quello che emerge colui che si è difeso sarebbe stato aggredito da un soggetto pregiudicato, clandestino, noto per violenze, aggressioni e atti osceni in città” dice ancora il leader della Lega. “Lasciamo che la magistratura, Polizia e Carabinieri facciano le indagini. Non sta a noi giudicare, lasciamo che emergano tutti i rilievi”. E ancora: “Naturalmente quando c’è un morto è sempre una sconfitta è sempre un momento di lutto, di preghiera e riflessione però. Però prima di giudicare o condannare, bisogna andarci molto cauti. Colui che ha reagito è un docente universitario di diritto penale e istruttore di forze di Polizia, avocato penalista noto e stimato in città, quindi non penso che Voghera si sia trasformata nel Far West”. 
“Voglio disarmare i delinquenti e poi il processo spetta alle autorità. Se si tratterà, come si legge oggi su alcuni giornali, di legittima difesa, allora qualcuno dovrà chiedere scusa a questo assessore” afferma Matteo Salvini, notando che “si dice subito ‘assessore leghista’, se fosse stato del Pd magari non ci sarebbero stati tutti questi processi preventivi”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage