I tradizionalisti anti ddl Zan in piazza Duomo e Pillon la spara grossa: "Siamo maggioranza nel paese"

L'esponente leghista sulla legge contro l'Omofobia: " Liberticida che va a impedire qualsiasi dialogo e soprattutto che va a punire la libertà di opinione".

Simone Pillon in Piazza Duomo

Simone Pillon in Piazza Duomo

globalist 15 maggio 2021
Tradizionalisti, oscurantisti ed estrema destra all'assalto perché la legge contro l'omotransfobia a loro non va proprio a genio.

"Quella di piazza Duomo oggi è una piazza indispensabile per mostrare al paese che la maggioranza degli italiani è contraria a questa legge, che è una legge liberticida, che va a impedire qualsiasi dialogo e soprattutto che va a punire la libertà di opinione".

Lo ha detto Simone Pillon, al termine della manifestazione organizzata questo pomeriggio a Milano, di protesta per il ddl Zan, legge in Parlamento sui reati omofobi.

"Le famiglie che oggi erano in piazza - sottolinea l'esponente leghista - rappresentano la maggioranza del paese che non odia nessuno, rispetta tutti, ma vuole essere rispettata e vuole continuare a dire che i maschi sono maschi e le femmine sono femmine".

"Sono le persone che sostengono che i bambini hanno diritto a crescere con la mamma e col papà, che l'educazione spetta i genitori e che l'utero in affitto e l'adozione gay sono sbagliati e violano il diritto del bambino a crescere con la mamma e col papà", conclude il leghista.