Successione di Zingaretti, continua il pressing su Letta: ma lui è ancora fermo sul no

Secondo fonti parlamentari democratiche non basta un traghettatore ma serve un segretario che abbia anche una leadership politica

Enrico Letta

Enrico Letta

globalist 8 marzo 2021
Lui ha già detto di no. Anche perché ha un prestigioso incarico universitario a Parigi.- Nonostante la presa di distanza immediata di ieri, appena uscite le prime indiscrezioni, va avanti il tentativo su Enrico Letta. 
C’è infatti chi sta tenendo un canale aperto con l'ex-premier per tentare di convincerlo.
Un pressing che nasce da una doppia presa d'atto: la prima è che un ripensamento di Nicola Zingaretti sembra difficile, la seconda è che l'ipotesi di un congresso ravvicinato -pure caldeggiata da settori della maggioranza - è nei fatti non percorribile.
Con un congresso che potrebbe celebrarsi anche tra un anno si fa sempre più strada, si riferisce, la consapevolezza che non basta un 'traghettatore' ma che serva un segretario che abbia anche una leadership politica in grado di affrontare la sfide dei prossimi mesi. E la figura di Letta avrebbe anche la caratteristica di una leadership che incarna i valori e la storia dem. "Qui il tema è salvare il Pd".