Top

Il candidato di FdI nelle Marche partecipò alla cena fascista che celebrava la Marcia su Roma

Francesco Acquaroli all'epoca disse che FdI non aveva nulla a che fare con quella cena. Peccato che nelle foto siano visibili sia lui che le bandiere di Fratelli d'Italia

Francesco Acquaroli
Francesco Acquaroli

globalist Modifica articolo

23 Giugno 2020 - 15.32


Preroll

Fratelli d’Italia ha scelto di candidare alle Regionali nelle Marche Francesco Acquaroli, scelta che susciterà molte polemiche dato che Acquaroli era presente, lo scorso 28 ottobre, ad Acquasanta Terme per la cena organizzata dal segretario provinciale di FdI per celebrare la Marcia su Roma guidata da Benito Mussolini nel 1922, di fatto l’inizio della dittatura fascista in Italia. Una cena che, in spregio a qualsiasi decenza, fu organizzata a pochi chilometri dalle frazioni di Pozza e Umito, dove l’11 marzo 1944 i nazi-fascisti massacrarono 42 persone, 12 abitanti del luogo e 30 partigiani. Tra le vittime, anche una bambina di 11 mesi, bruciata viva. 
Insieme ad Acquaroli, a quella cena erano presenti il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti, il suo vice Giovanni Silvestri e il vice-sindaco di San Benedetto del Tronto Andrea Assenti. Acquaroli, in seguito alle polemiche per la cena, dichiarò: “La realizzazione del menù presente alla cena di ieri sera ad Acquasanta Terme, in provincia di Ascoli Piceno, è un’iniziativa che non ha nulla a che fare con Fratelli d’Italia e che è stata presa senza averla condivisa con il partito. Noi non ne eravamo a conoscenza e ne prendiamo le distanze”.
Le distanze, visto che alla cena era presente anche lui e diverse bandiere di FdI, in che modo sarebbero state prese? 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile