Top

Troppa arroganza non paga: la Lega giù di 5 punti in un mese

Rilevazione Winpoll-Sole 24 ore: i leghisti sal 38,9% al 33,7%, Pd al 24, M5s al 16.6. Solo 4 italiani su 10 vogliono andare a votare subito

Salvini al Papeete di Milano Marittima
Salvini al Papeete di Milano Marittima

globalist

25 Agosto 2019 - 08.33


Preroll

Alla fine l’arroganza non paga. Anzi, la troppa arroganza: Lega 5 punti giù in un mese, Pd e M5s in leggera risalita. Il sondaggio Winpoll-Sole 24 ore conferma i trend sulle intenzioni di voto registrati da altre rilevazioni, sottolinea che solo 4 italiani su 10 vogliono andare a votare subito, che il 62% degli elettori Pd vuole l’accordo con il M5s che ricambia la prospettiva del matrimonio con un più tiepido 43%.
La Lega scivola dalla stima del 38,9% del 30 luglio, all’attuale 33,7%, il Pd racimola uno 0,7 in più, passando dal 23,3 al 24. In risalita anche il M5s dal 14,8 al 16,6, si conferma costante l’avanzata di Fdi dal 7,4 all’8,3 mentre Fi scende se pur di poco dal 6,7 al 6,6%.
Solo il 41% degli interpellati si dichiara favorevole al voto in autunno. L’elettorato della Lega dà per morto il rapporto con il M5s, solo il 7% auspica la riconferma del governo gialloverde.

OutStream Desktop
Top right Mobile

La diffidenza dei 5Stelle per i Dem non si cancella in pochi giorni e infatti, come sottolinea Roberto D’Alimonte commentando i dati del sondaggio, questo atteggiamento spiega “perché tra gli elettori del M5s, che pure sono in maggioranza (relativa) favorevoli a un governo con il Pd, solo il 34% crede che un tale governo possa durare tutta la legislatura mentre il 37% pensa che durerà pochi mesi”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage