Come immaginabile niente candidati "gay friendly" nelle liste di Lega e M5s alle Europee
Top

Come immaginabile niente candidati "gay friendly" nelle liste di Lega e M5s alle Europee

La Sinistra è la lista in corsa alle europee più attenta ai diritti degli omosessuali, seguita da Verdi e Pd.

Niente candidati "gay friendly" nelle liste di Lega e M5s alle Europee
Niente candidati "gay friendly" nelle liste di Lega e M5s alle Europee
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Maggio 2019 - 07.05


ATF

Non tutte le forze politiche che si apprestano al voto europeo di domenica prossima hanno la stessa attenzione ai diritti Lgbt. La lista della Sinistra è il partito più ‘friendly’ verso le persone gay, con il maggior numero di firmatari (29 candidati) della piattaforma ‘Come Out’, promossa da Ilga Europe e rilanciata da Arcigay attraverso il sito votoarcobaleno.it.

In tutto sono 89 i candidati alle elezioni europee che hanno sottoscritto sulla piattaforma un documento, declinato in 5 punti specifici, che impegna i firmatari e le firmatarie a lottare per i diritti umani e per l’eguaglianza delle persone lesbiche, gay, bisessuali, trans e intersessuali (Lgbti) dell’Unione Europea e del mondo. Tra i maggiori firmatari anche i Verdi con 24 candidati, il Partito Democratico con 16, + Europa con 13, Partito Pirata con 3, Fratelli d’Italia con 2, Forza Italia con 1, e M5S sempre con 1. Nessun firmatario nelle altre compagini politiche.

Leggi anche:  Europee: i social di Francia, Germania e Italia inondati da disinformazione russa prima del voto
Native

Articoli correlati