Consip, M5s ritira la mozione di sfiducia al ministro Lotti alla Camera
Top

Consip, M5s ritira la mozione di sfiducia al ministro Lotti alla Camera

In modo che il Senato possa discutere e votare il 15 marzo la sfiducia al ministro dello Sport, coinvolto nell'inchiesta Consip.

M5s Camera
M5s Camera
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Marzo 2017 - 18.53


ATF

Il Movimento 5 Stelle ha ritirato la mozione di sfiducia nei confronti del ministro Luca Lotti alla Camera. Lo ha annunciato nell’aula del Senato, la capogruppo grillina Michela Montevecchi. Una mossa per accelerare i tempi del voto a palazzo Madama visto che nella conferenza dei capigruppo era stata sollevata la questione della ‘previa intesa con la Camera’ visto che la mozione era stata depositata in entrambi i rami del Parlamento.

Non daremo nessun alibi al Pd, che si appiglia ad acrobazie regolamentari pur di prendere tempo. In questo modo si potrà regolarmente votare la sfiducia a Luca Lotti mercoledì prossimo senza ulteriori rinvii”, ha detto Vincenzo Caso, capogruppo M5s a Montecitorio. Ma i tempi del voto a Palazzo Madama non sono ancora decisi.

La senatrice M5s Michela Montevecchi ha annunciato nell’aula del Senato il ritiro della mozione alla Camera chiedendo di votare subito il calendario dei lavori deciso dalla Conferenza dei capigruppo del Senato “visto che il quadro è cambiato”. Ma la vicepresidente di turno Rosa Maria Di Giorgi non ha accolto la richiesta. Montevecchi ha quindi chiesto l’immediata convocazione di un’altra capigruppo e Di Giorgi ha annunciato che investirà della questione la presidenza.

Leggi anche:  Conte propone una nuova costituente del M5s: "Disponibile anche a farmi da parte se dovessi essere un ostacolo"
Native

Articoli correlati