La deputata Pdl non rinnega il video porno
Top

La deputata Pdl non rinnega il video porno

La candidata pdl Ceccacci Rubino protagonista di un corto di Brass: «Era un monologo erotico d'autore, l'ho fatto 15 anni fa. Silvio mi ha scelto per le mie competenze»

La deputata Pdl non rinnega il video porno
Preroll

Desk Modifica articolo

7 Febbraio 2013 - 11.15


ATF

Non rinnega, ma parla di un «monologo erotico»: è così che Fiorella Ceccacci Rubino definisce Come Tu Mi Vuoi, il video hard firmato Tinto Brass di cui la parlamentare (e candidata) del Pdl si è recentemente scoperto essere protagonista.

Nel corto, datato 1999, la deputata «più bella del Parlamento», si mostra completamente nuda mentre è alle prese con l’igiene personale in bagno. «Io non rinnego nulla. È una cosa di 15 anni fa. Certo, allora non potevo prevedere che sarei finita in Parlamento», spiega oggi l’interessata.

A dare notizia dell’esistenza di quel video, pressoché introvabile in Italia, è stato alcuni giorni Il Fatto Quotidiano: «In Spagna, dove il regista è molto conosciuto, quei 18 minuti fanno parte della bacheca dedicata a Brass. Lei, l’onorevole, non ama dare sfoggio della sua prova sul grande schermo. Ha cancellato l’esperienza dalla biografia, mentre ha lasciato in grassetto i vari ruoli in palcoscenico con Giorgio Albertazzi o Enrico Montesano».

Leggi anche:  Trump ha fatto di tutto per mostrarsi a folla e tv sanguinante: le similitudini con Berlusconi

La Ceccacci Rubino rivendica la sua prova «artistica»: «Era un film, sono un’attrice. Vorrei che rispondesse a questa domanda: per avere lavorato con Brass non dovrei stare in Parlamento? C’è una legge che vieta tutto ciò? Anche la Galiena e la Sandrelli hanno fatto film con lui..».

E sulle sue qualità politiche non ha dubbi: «Nessuno viene candidato in Parlamento per bellezza, ma perché ha qualcosa da dire. Berlusconi mi ha scelta per le mie competenze».

Native

Articoli correlati