Un ragazzo di 16 anni muore in un incidente stradale: stava svolgendo lo stage dell'alternanza scuola-lavoro
Top

Un ragazzo di 16 anni muore in un incidente stradale: stava svolgendo lo stage dell'alternanza scuola-lavoro

Lo schianto del mezzo violentissimo contro un albero. Il giovane Giuseppe Lenoci morto sul colpo. Per il ministro Bianchi è necessario iniziare a lavorare per raggiungere "una maggiore sicurezza"

Un ragazzo di 16 anni muore in un incidente stradale: stava svolgendo lo stage dell'alternanza scuola-lavoro
Incidente ad Ancona
Preroll

globalist Modifica articolo

15 Febbraio 2022 - 09.10


ATF

Un ragazzo di 16 anni muore in un incidente stradale: stava svolgendo lo stage delll’alternanza scuola lavoro

Ancora un altra vittima nel giro di poco tempo durante lo svolgimento dello stage l’alternanza scuola-lavoro. Questa volta ha perso la vita un ragazzo di 16 anni, Giuseppe Lenoci, in un tragico incidente stradale a Serra De’ Conti, in provincia di Ancona.

Il 16enne era a bordo di un furgone di una ditta presso cui stava facendo uno stage nell’ambito di un corso di formazione sulla termoidraulica. Il mezzo è finito fuori strada contro un albero a Serra de’ Conti in orario di lavoro. Chi guidava è rimasto invece ferito.

Giuseppe Lenoci, originario di Monte Urano (Fermo), viaggiava sul lato passeggero (quello che poi ha subito il maggiore impatto contro l’albero) ed è morto sul colpo. Il conducente, un uomo di 37 anni, è stato invece sbalzato via dall’abitacolo, finendo a vari metri di distanza dal mezzo.

Leggi anche:  Scontro tra un'auto e un furgone che portava migranti: un morto e 9 feriti il bilancio dell'incidente

Sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno estratto il corpo del ragazzo dalle lamiere, la polizia locale di Serra de’ Conti, i carabinieri e il 118. Il 37enne è stato trasportato all’ospedale di Torrette di Ancona in gravi condizioni. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni automobilisti di passaggio che hanno visto il furgone accartocciato.

Bianchi: “Serve più sicurezza”

“La sicurezza sul lavoro deve essere sempre garantita, a maggior ragione quando sono coinvolti dei ragazzi in formazione”. Così il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, dopo aver appreso la notizia della morte del 16enne. “Credo sia urgente ritrovarci anche insieme alle Regioni per un percorso che porti a una maggiore sicurezza in tutti i percorsi di formazione dove sono previsti contatti dei nostri giovani con il mondo del lavoro”, ha quindi aggiunto Bianchi.

Sindaco di Monte Urano: fermarsi e riflettere

“In questo momento bisogna fermarsi e riflettere”. Lo dice il sindaco di Monte Urano (Fermo), Moira Canigola, a proposito della morte di Giuseppe Lenoci. “Prima di parlare bisogna conoscere e attediamo di avere più elementi a disposizione – aggiunge -, intanto mi sento di esprimere le condoglianza ai familiari per questa immane tragedia a nome mio, dell’amministrazione e di tutta la cittadinanza”.

Leggi anche:  Scontro tra un'auto e un furgone che portava migranti: un morto e 9 feriti il bilancio dell'incidente

Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani: “Alternanza va ripensata” – Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani ritiene episodi come quelli avvenuti lunedì nelle Marche e alcune settimane fa in Friuli Venezia Giulia “inaccettabili” ed esprime alle famiglie “la propria vicinanza, associandosi al loro immenso dolore. Il periodo di alternanza scuola – lavoro va sicuramente rimodulato per assicurare ai giovanissimi e ai loro genitori tutta la sicurezza dovuta”. A dirlo è il prof. Romano Pesavento, presidente del Cnddu.

Native

Articoli correlati