Fedriga sul Covid: "Basta l'emergenza, dobbiamo passare ad una logica endemica"
Top

Fedriga sul Covid: "Basta l'emergenza, dobbiamo passare ad una logica endemica"

Il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni: "Il Covid per chi si è vaccinato con tre dosi può essere trattato, penso alle scuole, come veniva trattata l'influenza"

Fedriga sul Covid: "Basta l'emergenza, dobbiamo passare ad una logica endemica"
Massimiliano Fedriga
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Febbraio 2022 - 11.12


ATF

Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, in un’intervista a `Il Gazzettino” è convinto che è giunto il momento di passare ad una logica endemica.

“Dobbiamo passare velocemente a una logica endemica. È ora di dire basta all’emergenza continua. Il Covid per chi si è vaccinato con tre dosi può essere trattato, penso alle scuole, come veniva trattata l’influenza”.

Fedriga in questi giorni è in isolamento, perché asintomatico. “Non ho sintomi proprio perché ho completato il ciclo vaccinale con tutte e tre le dosi. Dobbiamo spingere sempre di più – ha affermato – affinché tutti i cittadini che ancora non si sono convinti completino l’opera con il booster, che è importantissimo.

I dati di cui siamo in possesso ce lo dicono chiaramente”. Alla domanda sul prossimo passo lungo la strada della convivenza con il virus, il presidente risponde: “Io punto molto sull’eliminazione totale delle zone a colori. È vero, ora la zona rossa significa lockdown solamente per i non vaccinati, ma con le regole nazionali in vigore, che valgono per tutte le zone (penso ad esempio al Green pass) non ha più senso nemmeno il rosso. Dobbiamo abbandonare i colori, è il momento”.

Leggi anche:  Inchiesta mascherine, la Procura chiede 1 anno e 4 mesi di carcere per Domenico Arcuri: le accuse dei Pm

Fedriga fa poi sapere che le Regioni stanno attendendo “un’indicazione precisa sul conteggio dei ricoveri. Non possiamo più permetterci di considerare allo stesso modo un malato di Covid e chi ad esempio si rompe un braccio ma al momento dell’ingresso in ospedale risulta anche positivo. Un’operazione ancora più necessaria in presenza della variante Omicron, estremamente contagiosa ma per i vaccinati molto più lieve”. Fedriga ritiene poi necessario un ricalcolo dei decessi. “Partendo dai ricoveri, la mia opinione è che una maggiore trasparenza nella comunicazione dei dati relativi alla pandemia finirebbe per togliere molte delle armi ai no vax”.

Native

Articoli correlati