Top

Super Green pass: il nodo della scadenza per anziani a fragili vaccinati a settembre

Il nuovo decreto varato dal governo a fine dicembre, infatti, riduce da 9 a 6 mesi la validità del certificato verde. Il che significa che a marzo tanti resteranno senza.

Green Pass
Green Pass

globalist

23 Gennaio 2022 - 11.43


Preroll

Ora un nuovo nodo da sbrogliare, in ottica certificato verde, incombe ed il governo avrà un sacco di gatte da pelare in merito: chi ha ricevuto la terza dose di vaccino anti-Covid a settembre, potrebbe presto trovarsi senza Super Green pass. Il nuovo decreto varato dal governo a fine dicembre, infatti, riduce da 9 a 6 mesi la validità del certificato verde. Ciò significa che centinaia di migliaia di fragili e ottantenni, tra i primi a ricevere il booster, a marzo potrebbero restare senza il certificato verde.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Un problema non da poco, soprattutto dopo l’entrata in vigore dell’obbligo di Green pass rafforzato sui luoghi di lavoro per gli ultracinquantenni. Al momento il governo non si è ancora espresso sulla questione. Dal ministero della Salute, secondo quanto riporta il Messaggero, trapela che su questo problema è in corso una valutazione, ma non è stata presa alcuna decisione. Si potrebbe rivedere la durata del Green pass, oppure potrebbe arrivare un nuovo intervento sull’obbligo di Green pass rafforzato.

Middle placement Mobile

Dopo i fragili, a trovarsi scoperti saranno medici e infermieri, poi i settantenni e i sessantenni. “La strada più semplice è prorogare sine die la certificazione verde per tutti coloro che hanno completato il ciclo vaccinale”, ha proposto l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato. “Per tutti gli altri, per chi è ancora fermo alla seconda dose, deve restare la validità di sei mesi. Se in autunno si dovesse decidere che serve la quarta dose, allora si potrà rivedere la scadenza”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage