Top

L'allarme dei medici di famiglia della Campania: "Gli ambulatori rischiano il collasso"

Tra positività, quarantene, terapie domiciliari e consulti telefonici, sono centinaia le richieste che quotidianamente arrivano ai singoli medici di medicina genare, richieste di assistenza che si sommano a quelle in presenza negli studi

L'allarme dei medici di famiglia della Campania: "Gli ambulatori rischiano il collasso"
Covid

globalist Modifica articolo

30 Dicembre 2021 - 18.45


Preroll

I medici di Famiglia di Fimmg Campania hanno lanciato un allarme sul rischio che gli ambulatori di medicina generale collassino a causa del dilagare della variante Omicron e delle conseguenti richieste di assistenza ai contagiati. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Senza alcun supporto da parte dei Distretti e dei Dipartimenti di prevenzione anch’essi in evidente sovraccarico – dice Luigi Sparano, segretario provinciale della Fimmg – non saremo in condizione di reggere ancora a lungo l’impatto della variante Omicron, che non porta a un numero elevato di ospedalizzazioni, ma che ricade invece completamente sulla gestione assistenziale del medico di famiglia”.

Middle placement Mobile

Tra positività, quarantene, terapie domiciliari e consulti telefonici, sono centinaia le richieste che quotidianamente arrivano ai singoli medici di medicina genare, richieste di assistenza che si sommano a quelle in presenza negli studi, spiegano i camici bianchi.

Dynamic 1

“Reggere quest’onda d’urto – continua Corrado Calamaro, segretario amministrativo Fimmg – non è possibile. La minore gravità dei pazienti affetti da Covid si traduce in un carico impossibile da sostenere, anche perché al medico di medicina generale viene demandata anche tutta la burocrazia legata alla gestione della malattia”.

Comprensibilmente, chi si ammala di Covid teme che la propria situazione possa aggravarsi, e richiede al proprio medico di famiglia un’attenzione enorme, che trova risposta “nel rapporto fiduciario con il paziente” e che non sarebbe possibile “in un rapporto di dipendenza” dei medici di famiglia con il Sistema sanitario nazionale, dicono i rappresentanti della Fimmg.

Dynamic 2

“Parliamo – conclude Sparano – di migliaia di persone che hanno il Covid o che hanno sintomi influenzali. Numeri che aumentano in modo esponenziale e che ci portano a credere che nelle prossime settimane la situazione possa rischiare di diventare ingestibile. Servono decisioni immediate su obbligo vaccinale, limitazioni più strette agli assembramenti e modelli di relazione e comunicazione diretta efficaci ed efficienti tra i medici di medicina generale e i sistemi di sanità pubblica che hanno la responsabilità delle quarantene e degli isolamenti, come dell’accesso ai tamponi molecolari nel pubblico”. 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile