Lamorgese ne è certa: "L'accoltellamento a Rimini non è opera del terrorismo"

Concluso il comitato per la sicurezza a Rimini dopo i gravissimi fatti di sabato sera. Il somalo girava per l'Europa già dal 2015

Accoltellamento a Rimini, fermata bus

Accoltellamento a Rimini, fermata bus

globalist 13 settembre 2021
Il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ha partecipato al comitato per la sicurezza a Rimini dopo il ferimento a coltellate, sabato sera, di cinque persone da parte di un somalo: "Abbiamo escluso la pista terroristica. Su questo abbiamo certezza".
"Da Roma abbiamo subito contattato le polizie europee per avere certezza di questo dato", ha spiegato, definendo quanto successo "un gravissimo episodio criminale".

"Poteva succedere ovunque in Europa" - "E' stato un episodio che certamente non doveva capitare, ma che poteva capitare in qualunque parte d'Italia o d'Europa. Era una persona evidentemente disturbata, su questo si stanno facendo tutti gli accertamenti del caso dal punto di vista psichiatrico".
Questo il parere del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, da Rimini, parlando di quanto avvenuto sabato sera quando un giovane somalo ha accoltellato cinque persone, un bambino e quattro donne, ferendole.
"Il lato positivo è che le vittime non sono più in pericolo di vita e questa è la cosa più importante", ha aggiunto.