Un 44enne del Bangladesh ucciso a coltellate in via Gran Sasso: fermato un marocchino di 63 anni
Top

Un 44enne del Bangladesh ucciso a coltellate in via Gran Sasso: fermato un marocchino di 63 anni

A Pescara è stato trovato il corpo di un cittadino del Bangladesh di 42 anni, ucciso a coltellate. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno potuto solo constatare il decesso dell'uomo.

Un 44enne del Bangladesh ucciso a coltellate in via Gran Sasso: fermato un marocchino di 63 anni
Il ritrovamento del cadavere a Pescara
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Gennaio 2024 - 22.17


ATF

A Pescara in via Gran Sasso è stato trovato il corpo senza vita di un uomo: si tratta di Afsal Hossain Khokan, cittadino del Bangladesh di 44 anni, ucciso a coltellate. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno potuto solo constatare il decesso dell’uomo. Presenti anche le forze dell’ordine.

Nelle palazzine presenti in zona, stando a quanto si apprende, vivono molti stranieri, tra cui numerosi bengalesi. Allo stato attuale, non è chiaro se la vittima sia stata portata lì dopo l’omicidio o se sia stato uccisa nel punto in cui è stata trovata. 

I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale dei carabinieri di Pescara hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un 63enne originario del Marocco e domiciliato a Pescara. Nei suoi confronti «sono stati raccolti elementi che provano il suo coinvolgimento». L’accaduto, stando ai riscontri dei carabinieri, va ricondotto ad «un acceso diverbio per questioni di vicinato tra il 63enne e la vittima, culminato con il ferimento di quest’ultimo che, attinto con arma da taglio, è poco dopo deceduto».

Leggi anche:  Accoltellato e abbandonato nel giardino dell'ospedale Morelli: l'uomo è morto dopo l'arrivo dei soccorsi
Native

Articoli correlati