"Aggredito da un uomo di colore": la bugia del candidato leghista Lele Rachiele
Top

"Aggredito da un uomo di colore": la bugia del candidato leghista Lele Rachiele

La polizia ha smentito questa versione e ha denunciato sia Rachiele che l'amico che lo avrebbe 'aiutato' per simulazione di reato. 

Emanuele Rachiele
Emanuele Rachiele
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Settembre 2020 - 15.35


ATF

Emanuele ‘Lele’ Rachiele è candidato alle elezioni di Valenza con la Lega ma ora dovrà rispondere di simulazione di reato: ha infatti raccontato che, rientrando dal cimitero, un ragazzo di colore lo aveva strattonato per cercre di rubargli il marsupio. In suo aiuto (Rachiele si muove in sedia a rotelle) era giunto un amico, minorenne, che aveva sferrato due pugni all’aggressore mettendolo in fuga. 
Peccato che la polizia abbia smentito questa versione e abbia denunciato sia Racheiel che l’amico per simulazione di reato. 

Leggi anche:  Aggredisce a colpi di roncola i genitori della ex: arrestato un 25enne, i due coniugi sono in gravi condizioni
Native

Articoli correlati