Movida con troppi assembramenti: a Roma chiuse le scalinate di piazza Trilussa

Nella capitale oltre 4 mila controlli e più di 70 le sanzioni per vendita e consumo di alcolici oltre l'orario consentito,

Chiuse le scale di piazza Trilussa

Chiuse le scale di piazza Trilussa

globalist 28 giugno 2020

Vero che la carica virale è bassa, ma il rischio di contagio c’è e i focolai lo dimostrano; otre 4000 i controlli in questo fine settimana da parte delle pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale: più di 70 le sanzioni per vendita e consumo di alcolici oltre l'orario consentito, con verifiche mirate riguardanti la presenza di persone davanti ai locali, nelle principali piazze e nei luoghi di ritrovo.


Accertamenti proseguiti fino a tarda notte in diversi quartieri della Capitale, con presidi fissi che hanno riguardato le zone interessate dal fenomeno della ''movida''. A causa di forti assembramenti che impedivano di fatto l'osservanza delle regole atte a limitare il contagio, gli agenti hanno dovuto isolare e chiudere momentaneamente al transito le scalinate di piazza Trilussa, piazza Bologna, la Scalea del Tamburino e largo degli Osci.


Oltre 70 le violazioni per il consumo e la vendita di alcolici fuori dall'orario previsto dal Regolamento di Polizia Urbana. In zona San Lorenzo, a seguito di un intervento davanti ad un locale, è stato sanzionato il titolare dell'attività di somministrazione in quanto privo di regolare licenza.


Un cittadino di nazionalità italiana di 30 anni è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale dopo aver tentato di sottrarsi ad un controllo su Ponte Sisto.


Una specifica attività di vigilanza è stata effettuata anche per garantire la sicurezza stradale: circa 600 le infrazioni rilevate, con oltre settanta veicoli rimossi per sosta irregolare o d'intralcio. Diversi i posti di controllo per contrastare i comportamenti pericolosi alla guida.


Diverse pattuglie sono intervenute in zona Eur, a seguito di segnalazioni riguardanti il disturbo della quiete pubblica: oltre 50 le violazioni accertate ai sensi del codice della strada, in particolar modo alla guida di quadricicli e ciclomotori.