Intelligence britannica: "Per la mobilitazione dei riservisti ci vorranno mesi"
Top

Intelligence britannica: "Per la mobilitazione dei riservisti ci vorranno mesi"

Secondo gli 007 di Londra, Putin "accetta un considerevole rischio politico sperando di generare capacità di combattimento"

Intelligence britannica: "Per la mobilitazione dei riservisti ci vorranno mesi"
Preroll

globalist Modifica articolo

22 Settembre 2022 - 09.55


ATF

La scelta di avviare una mobilitazione di 300mila riservisti “metterà in difficoltà la Russia stessa da un punto di vista logistico e amministrativo, mentre è improbabile che questi nuovi effettivi possano essere operativi per mesi”. Lo riferisce il ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento quotidiano di intelligence sulla situazione del conflitto in Ucraina, sottolineando che Vladimir Putin “sta accettando un considerevole rischio politico nella speranza di aumentare la capacità di combattimento, di cui ha molto bisogno”.

“La Russia – sottolinea il rapporto – sarà probabilmente in difficoltà con le sfide logistiche e amministrative anche solo per radunare 300mila persone. Probabilmente farà un tentativo di creare nuove formazioni composte per la maggioranza di queste truppe, che però difficilmente potranno diventare effettivi combattenti prima di mesi”.Anche la “limitata mobilitazione” decisa dal Cremlino, prosegue il report del ministero, “è altamente impopolare in parti della popolazione russa. Putin sta accettando un considerevole rischio politico nella speranza di generale una capacità di combattimento di cui ha molto bisogno”. Ma si tratta anche di “un’ammissione che la Russia ha esaurito la sua scorta di volontari desiderosi di combattere in Ucraina”.

Leggi anche:  Gli Usa definiscono 'irresponsabili' le minacce di Putin sul ricorso alle armi nucleari
Native

Articoli correlati