La denuncia dal Panjshir: "In atto un genocidio, i talebani uccidono i giovani nei villaggi"

L'allarme del Fronte di resistenza nazionale: "Scontri tra gli uomini di Ahmad Massoud e i Talebani in tre distretti, quelli di Dara, Abshar e Paryan"

Combattenti anti-talebani del Panjshir

Combattenti anti-talebani del Panjshir

globalist 10 settembre 2021

Una denuncia terribile: “E’ in atto ''un genocidio'' nella Valle del Panshir, l'ultima a resistere all'avanzata dei Talebani in Afghanistan. ''Centinaia di famiglie sono fuggite'', si legge sull'account Twitter di Panjshir_Province riconducibile al Fronte di resistenza nazionale.

''I Talebani stanno perquisendo casa per casa, vanno di villaggio in villaggio per uccidere i giovani'', si legge.

''Continueremo a lottare per la nostra libertà'' mentre ''nel mondo nessuno reagisce a questa barbarie'', prosegue la resistenza diffondendo immagini di civili in fuga.

I combattimenti nella valle

Si continua a combattere nella Valle del Panshir, a nord di Kabul. Secondo quanto si legge sull'account Twitter di Panjshir_Province riconducibile al Fronte di resistenza nazionale, sono in corso violenti scontri tra gli uomini di Ahmad Massoud e i Talebani in tre distretti, quelli di Dara, Abshar e Paryan. ''Il Fronte di resistenza nazionale si è spostato sulle montagne e la nostra gente vuole resistere'', si legge nel tweet.

''Dalle montagne, le nostre forze della resistenza continueranno a contrattaccare'', si legge in un secondo tweet, spiegando che ''stiamo combattendo per la nostra libertà''.