Di Maio propone: "Nel 2021 le partite iva non dovrebbero pagare tasse"

Per tutto il 2021 dovrà essere lo Stato a farsi carico dei contributi che dovranno versare autonomi e partite iva (fino a 50mila l’anno)

Di Maio

Di Maio

globalist 14 dicembre 2020

Ecco cosa sscrive su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio:“Il 2021 anno bianco per gli autonomi che hanno un reddito fino a 50mila euro l’anno e che hanno registrato un calo del 33% del proprio fatturato durante il lockdown. È una misura fondamentale a cui stiamo lavorando anche grazie a una seria collaborazione istituzionale con le opposizioni, seguendo il solco tracciato dal presidente Sergio Mattarella. Per tutto il 2021 dovrà essere lo Stato a farsi carico dei contributi che dovranno versare autonomi e partite iva (fino a 50mila l’anno)”. 


Di Maio prosegue: “Stiamo lavorando per trovare convergenza su questo provvedimento, attraverso un dialogo responsabile e a una intesa con tutte le forze politiche in Parlamento. Davanti a una crisi non esistono bandiere politiche, ma servono solamente fatti concreti per aiutare chi si trova in difficoltà e, in particolare, le categorie più colpite, come appunto le partite iva, gli artigiani, i commercianti e gli autonomi. Quando l’Italia gioca da squadra, vince sempre. Avanti così”.