Ritrovati alcuni reperti archeologici nella zona della Grotta Azzurra
Top

Ritrovati alcuni reperti archeologici nella zona della Grotta Azzurra

Grazie ad un lavoro minuzioso è stato possibile recuperare un altro pezzo dell'archeologia locale.

Fonte: Ansa.it
Preroll

redazione Modifica articolo

10 Febbraio 2024 - 18.14 Culture


ATF

Importante opera di recupero nel mare di Capri: nella zona della Grotta Azzurra, sull’isola napoletana, sono stati rinvenuti preziosi reperti archeologici, grazie al lavoro della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli, che ha collaborato a stretto contatto con la Direzione Regionale Musei Campania, il Comando Carabinieri Nucleo Subacqueo di Napoli e il Comando Carabinieri Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli.

Solo grazie ad una minuziosa indagine, agli studi approfonditi grazie alle tante documentazioni d’archivio, e alle tante segnalazioni giunte alla Soprintendenza, quest’ultima ha deciso di avviare le procedure di esecuzione dei rilievi sul fondale della Grotta Azzurra, che in antichità era un immenso ninfeo imperiale.

Presenti il Soprintendente Mariano Nuzzo assieme a Luca di Franco, funzionario archeologo responsabile della tutela; oltre a loro anche la dott.ssa Simona Formola e l’assistente tecnico Carlo Leggieri, referenti per l’archeologia subacquea. In rappresentanza della Direzione regionale Musei Campania erano invece presenti il direttore del Museo della Grotta Azzurra dott. Pierfrancesco Talamo e la dott.ssa Luana Toniolo.

Leggi anche:  Piazza Armerina, accanto alla Villa del Casale riemerge il Medioevo

Questa collaborazione così compatta ed efficace tra le istituzioni, ha reso possibile quest’opera di recupero, che darà un importante contributo ad un patrimonio ricco e storico, come quello archeologico locale.

Native

Articoli correlati