Detenute palestinesi violentate dai militari israeliani: per l'Onu si tratta di 'accuse credibili'
Top

Detenute palestinesi violentate dai militari israeliani: per l'Onu si tratta di 'accuse credibili'

L’ufficio per i diritti delle Nazioni Unite ha affermato che ci sono “accuse credibili” di detenzioni arbitrarie, esecuzioni e aggressioni sessuali di donne e bambini palestinesi nella Striscia di Gaza, chiedendo un’indagine urgente e indipendente.

Detenute palestinesi violentate dai militari israeliani: per l'Onu si tratta di 'accuse credibili'
Militari israeliani
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Febbraio 2024 - 16.01


ATF

L’ufficio per i diritti delle Nazioni Unite ha affermato che ci sono “accuse credibili” di detenzioni arbitrarie, esecuzioni e aggressioni sessuali di donne e bambini palestinesi nella Striscia di Gaza, chiedendo un’indagine urgente e indipendente.

Il rapporto dei relatori speciali delle Nazioni Unite Reem Alsalem, Francesca Albanese e altri afferma che almeno due detenute palestinesi sono state violentate mentre altre sono state “minacciate di stupro e violenza sessuale” da parte dei soldati israeliani.

Secondo quanto riferito, donne e ragazze sono state tenute in gabbie durante la pioggia, senza accesso al cibo, o giustiziate nei loro luoghi di rifugio mentre sventolavano bandiere bianche.

“I responsabili di questi presunti crimini devono essere ritenuti responsabili e le vittime e le loro famiglie hanno diritto a pieno risarcimento e giustizia”, afferma il rapporto.

Leggi anche:  A Gaza si muore ancora di fame: Netanyahu non ha mantenuto la promessa di far arrivare più aiuti
Native

Articoli correlati