Gaza, cosa è l'articolo 99 della Carta dell'Onu e perché Guterres l'ha utilizzato
Top

Gaza, cosa è l'articolo 99 della Carta dell'Onu e perché Guterres l'ha utilizzato

L'articolo 99 è un potere speciale e l’unico strumento politico indipendente concesso al segretario generale nella Carta delle Nazioni Unite. Gli consente di convocare di propria iniziativa una riunione del Consiglio di Sicurezza

Gaza, cosa è l'articolo 99 della Carta dell'Onu e perché Guterres l'ha utilizzato
Antonio Guterres
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Dicembre 2023 - 18.15


ATF

L’articolo 99 è un potere speciale e l’unico strumento politico indipendente concesso al segretario generale nella Carta delle Nazioni Unite. Gli consente di convocare di propria iniziativa una riunione del Consiglio di Sicurezza per emettere avvertimenti su nuove minacce alla pace e alla sicurezza internazionale e su questioni che non sono ancora all’ordine del giorno del consiglio.

All’articolo 99, la Carta recita: “Il Segretario Generale può portare all’attenzione del Consiglio di Sicurezza qualsiasi questione che, a suo avviso, possa minacciare il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale”.

Ora Guterres avrà il diritto di parlare al Consiglio di Sicurezza, senza dover essere invitato a parlare da uno Stato membro, come di solito accade.


Perché Guterres lo ha invocato?

In una lettera al Consiglio di Sicurezza pubblicata mercoledì, Guterres ha affermato che la continua inazione del Consiglio di Sicurezza e il forte deterioramento della situazione a Gaza lo hanno costretto a invocare l’articolo 99 per la prima volta da quando ha assunto l’incarico di vertice delle Nazioni Unite. nel 2017.

Leggi anche:  Detenute palestinesi violentate dai militari israeliani: per l'Onu si tratta di 'accuse credibili'

Almeno 16.248 palestinesi a Gaza sono morti e altri 7.600 dispersi.

Ha avvertito che l’ordine pubblico a Gaza potrebbe presto crollare a causa del completo collasso del sistema umanitario, che non esiste una protezione efficace dei civili e che “nessun luogo è sicuro a Gaza”.

“La situazione si sta rapidamente deteriorando fino a diventare una catastrofe con implicazioni potenzialmente irreversibili per i palestinesi nel loro insieme e per la pace e la sicurezza nella regione”, ha scritto.

Quali scenari?

Considerato l’organo più potente delle Nazioni Unite, il Consiglio di Sicurezza composto da 15 membri ha il compito di mantenere la pace e la sicurezza internazionale. Se sceglierà di seguire il consiglio di Guterres e adottare una risoluzione per il cessate il fuoco, allora sì. Avrà ulteriori poteri a sua disposizione per garantire l’attuazione della risoluzione, compreso il potere di imporre sanzioni o autorizzare il dispiegamento di una forza internazionale.

Ma ciò non conferisce a Guterres alcun potere per costringere il Consiglio di Sicurezza ad adottare una risoluzione.

Leggi anche:  I "tre dilemmi" che segneranno il futuro della Palestina. E non solo

Anthony Arend, professore di governo e servizio estero alla Georgetown University, ha detto: “Può forzare una discussione, può riunire le parti e incoraggiarle a raggiungere una sorta di compromesso. Ma a causa del veto al Consiglio di Sicurezza, l’unico modo in cui il Consiglio di Sicurezza può adottare una risoluzione sostanziale su questo tema è che ciascuno dei cinque membri permanenti scelga di non porre il veto”.

Native

Articoli correlati