L'Egitto ribadisce il rifiuto ad evacuazioni forzate da Gaza nel suo territorio
Top

L'Egitto ribadisce il rifiuto ad evacuazioni forzate da Gaza nel suo territorio

Il ministro degli Esteri del Cairo, Sameh Shoukry, lo ha riaffermato con forza durante una telefonata ricevuta ieri dal segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres,

L'Egitto ribadisce il rifiuto ad evacuazioni forzate da Gaza nel suo territorio
Il valico di Rafah
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Dicembre 2023 - 11.52


ATF

No ai giochi ultranazionalisti di Israele L’Egitto ha ribadito il suo «totale rifiuto» ad evacuazioni forzate dalla Striscia di Gaza «all’interno o all’esterno del loro territorio», mentre la popolazione viene spinta con sempre maggior decisione dall’esercito israeliano verso il confine meridionale. Il ministro degli Esteri del Cairo, Sameh Shoukry, lo ha riaffermato con forza durante una telefonata ricevuta ieri dal segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.

Oggetto del colloquio – ha riferito il portavoce Ahmed Abu Zeid – consultarsi e coordinare gli sforzi per ridurre la crisi a Gaza e contenerne le ripercussioni. Shoukry e Guterres «hanno discusso in dettaglio gli ultimi sviluppi nel deterioramento delle condizioni umanitarie e di sicurezza nella Striscia di Gaza, nonché i passi diplomatici volti a ripristinare la tregua», concordando «sulla necessità di raggiungere un cessate il fuoco umanitario permanente per risparmiare il sangue dei civili palestinesi e in modo da consentire un’attuazione adeguata e sostenibile dell’assistenza umanitaria ai residenti della Striscia di Gaza».

Leggi anche:   Ostaggi: al Cairo progressi per un accordo Israele-Hamas su rilascio degli ostaggi e tregua

Il Cairo ha riferito sulle iniziative diplomatiche avviate con le parti in conflitto e in seno ai gruppi arabi e islamici alle Nazioni Unite «sul percorso per porre fine alla guerra nella Striscia di Gaza», sottolineando l’importanza «di attuare pienamente le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza e l’Assemblea Generale, e basandosi su di essi per ottenere una tregua permanente e rafforzare l’applicazione dell’assistenza umanitaria al settore». Ha espresso, infine, «la volontà dell’Egitto di proseguire le consultazioni in stretto coordinamento con le Nazioni Unite e le sue agenzie competenti per contenere l’escalation nella Striscia di Gaza e porre fine agli attacchi e alle violazioni palesi da parte di Israele».

Native

Articoli correlati