Il Kirghizistan nel mirino Usa: la Russia utilizza le sue società per aggirare le sanzioni
Top

Il Kirghizistan nel mirino Usa: la Russia utilizza le sue società per aggirare le sanzioni

Funzionari statunitensi sono particolarmente preoccupati per il ruolo svolto dal Kirghizistan nei piani russi per eludere le sanzioni dopo l'invasione dell'Ucraina e per acquisire articoli ad alta tecnologia come i droni cinesi

Il Kirghizistan nel mirino Usa: la Russia utilizza le sue società per aggirare le sanzioni
Il parlamento del Kirghizistan
Preroll

globalist Modifica articolo

20 Luglio 2023 - 13.01


ATF

Il Kirghizistan non è stato informato dagli Stati Uniti di una possibile azione contro le società del paese dopo che Washington stava prendendo in considerazione una tale mossa proprio per impedire alla Russia di utilizzare le società del Kirghizistan per aggirare le sanzioni.

Funzionari statunitensi sono particolarmente preoccupati per il ruolo svolto dal Kirghizistan nei piani russi per eludere le sanzioni dopo l’invasione dell’Ucraina e per acquisire articoli ad alta tecnologia come i droni cinesi.

L’amministrazione Biden sta preparando nuove misure economiche per fare pressione sul Paese affinché fermi le sanzioni. “Ci dispiacerebbe se tra le molte dozzine di paesi che vedono un volume commerciale molto maggiore delle forniture vietate, alcune persone a Washington decidessero di prendersela con il Kirghizistan”, ha detto il funzionario kirghiso che ha parlato a condizione di anonimato.

“Il Kirghizistan è un’economia di libero mercato con risorse statali molto limitate. Non ci si può ragionevolmente aspettare che controlliamo ogni imprenditore e approviamo ogni transazione”.

Leggi anche:  Ucraina: il Cremlino ritiene 'inutile' il vertice di pace convocato in Svizzera

Il Cremlino ha affermato ieri che il Kirghizistan è un partner stretto che ha beneficiato dell’integrazione con la Russia. “Intendiamo sviluppare ulteriormente le relazioni bilaterali con il Kirghizistan, che apprezziamo molto, così come tutti i formati della nostra integrazione congiunta”, ha affermato il portavoce Dmitry Peskov.

Native

Articoli correlati