Mosca accusa Kiev di reprimere la Chiesa ortodossa ucraina fedele al patriarca Kirill
Top

Mosca accusa Kiev di reprimere la Chiesa ortodossa ucraina fedele al patriarca Kirill

Il vice ministro degli Esteri russo Mikhail Galuzin ha accusato Zelensky di impedire la libertà religiosa

Mosca accusa Kiev di reprimere la Chiesa ortodossa ucraina fedele al patriarca Kirill
Preroll

globalist Modifica articolo

27 Maggio 2023 - 19.10


ATF

“Kiev contribuisce a una spaccatura ancora maggiore nella società ucraina con i suoi passi contro la Chiesa ortodossa ucraina” ha detto il vice ministro degli Esteri russo Mikhail Galuzin in un’intervista. La Chiesa ortodossa ucraina nell’accezione di Mosca è quella che obbedisce al patriarca Kirill.

Il vice ministro ha sottolineato che la situazione con la persecuzione della Chiesa canonica ortodossa ucraina continua a deteriorarsi. “Al regime del presidente ucraino Vladimir Zelensky non potrebbe importare di meno degli interessi di milioni di ucraini, i cui diritti alla libertà di religione continua a violare palesemente. I neonazisti, portati al potere dall’Occidente, contribuiscono a una maggiore divisione nella società ucraina a causa delle loro azioni anti-chiesa”, ha affermato.

“Sfortunatamente, le organizzazioni internazionali competenti, tra cui l’Unesco e l’Osce, così come i membri della comunità internazionale non reagiscono in alcun modo a queste orribili violazioni dei diritti umani, o, nella migliore delle ipotesi, si limitano ad aridi appelli formali a ‘tutte le parti’, ” ha sottolineato il viceministro degli Esteri.

Il ministero degli Esteri russo “compie tutti gli sforzi per motivare le strutture internazionali a costringere Kiev a porre fine a questa arbitrarietà legale anti-umana. “Continueremo a farlo”, ha detto Galuzin.

Native

Articoli correlati