La Cina: "La sicurezza europea non si garantisce espandendo i blocchi militari"
Top

La Cina: "La sicurezza europea non si garantisce espandendo i blocchi militari"

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha commentato Kissinger che si è detto favorevole all'ingresso dell'Ucraina nella Naro

La Cina: "La sicurezza europea non si garantisce espandendo i blocchi militari"
Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Maggio 2023 - 12.10


ATF

È impossibile garantire la sicurezza europea espandendo i blocchi militari: lo ha detto giovedì il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin in un briefing.

“È impossibile garantire la sicurezza regionale rafforzando ed espandendo i blocchi militari. La sicurezza di un paese non dovrebbe essere garantita a scapito della sicurezza degli altri”, ha affermato in risposta a una richiesta della Tass di commentare le osservazioni pubblicate da Henry Kissinger , ex segretario di Stato americano (1973-1977) e consigliere per la sicurezza nazionale di due presidenti (1969-1975), sulla potenziale adesione dell’Ucraina alla Nato.

La Cina si aspetta che tutte le parti in conflitto aderiscano a un concetto di sicurezza comune, completo e sostenibile, ha aggiunto Wang. Secondo l’alto diplomatico, ciò potrebbe essere ottenuto attraverso il dialogo e le consultazioni basate sul rispetto dei legittimi interessi di sicurezza di tutte le parti.

Il 17 maggio, la rivista The Economist ha pubblicato un’intervista con Kissinger, che compirà 100 anni il 27 maggio. Nell’intervista, il decano della diplomazia statunitense e veterano della geopolitica ha affermato che l’Ucraina dovrebbe diventare uno stato membro della Nato.

Leggi anche:  La Cina replica Blinken e nega di aiutare la Russia nella guerra contro l'Ucraina

Secondo lui, l’adesione dell’Ucraina all’Alleanza del Nord Atlantico sarebbe nell’interesse sia di Kiev che di Mosca e servirebbe da garanzia contro eventuali futuri tentativi da parte della leadership ucraina di risolvere le controversie territoriali con mezzi militari.

Kissinger ha riconosciuto di aver cambiato il suo punto di vista sulla potenziale adesione dell’Ucraina alla Nato, dicendo che preferirebbe evitare una situazione in cui l’Ucraina diventi uno stato neutrale non allineato.

Native

Articoli correlati