La Corte Penale Internazionale: "Sui crimini in Ucraina non esiteremo ad agire"
Top

La Corte Penale Internazionale: "Sui crimini in Ucraina non esiteremo ad agire"

Il procuratore della Corte penale internazionale (Cpi) Karim Khan sui crimini di guerra in Ucraina prima dell'apertura a Londra della conferenza internazionale dei ministri della Giustizia

La Corte Penale Internazionale: "Sui crimini in Ucraina non esiteremo ad agire"
Preroll

globalist Modifica articolo

20 Marzo 2023 - 12.11


ATF

 La Corte Penale Internazionale è finita nel mirino della Russia e del partito trasversale di Putin ma non si ferma.

«Non esiteremo ad agire», ha dichiarato il procuratore della Corte penale internazionale (Cpi) Karim Khan sui crimini di guerra in Ucraina prima dell’apertura a Londra della conferenza internazionale dei ministri della Giustizia organizzata per mobilitare ulteriori risorse per sostenere le indagini della Corte.

«Purtroppo l’Ucraina è una scena del crimine e sembra che sia stata commessa un’intera gamma di crimini. Stiamo conducendo indagini indipendenti», ha dichiarato alla Bbc il procuratore. «Se si raccolgono prove affidabili, non esiteremo ad agire», ha detto Khan.

Leggi anche:  Il procuratore della Corte penale internazionale: "Non mi farò influenzare dai Golia"
Native

Articoli correlati