I russi colpiscono un condominio a Kharkiv: ci sono morti e feriti
Top

I russi colpiscono un condominio a Kharkiv: ci sono morti e feriti

I massicci raid russi sulla città, come riferito da fonti dell'amministrazione regionale citate da Ukrainska Pravda, hanno colpito anche un ospedale: nell'attacco sono stati registrati almeno tre morti.

I russi colpiscono un condominio a Kharkiv: ci sono morti e feriti
Colpito un condominio a Kharkiv
Preroll

globalist Modifica articolo

30 Gennaio 2023 - 09.29


ATF

Le forze della Russia hanno colpito un edificio residenziale a Kharkiv, in Ucraina. Ci sarebbero morti e feriti. I massicci raid russi sulla città, come riferito da fonti dell’amministrazione regionale citate da Ukrainska Pravda, hanno colpito anche un ospedale: nell’attacco sono stati registrati almeno tre morti.

“Il nemico non conta le sue perdite. E nonostante le sue numerose perdite mantiene un’alta intensità di attacchi”, ha affermato il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky su Telegram sottolineando che la situazione al fronte “è molto dura”. “Bakhmutsky, Vugledarsky e altre zone nella regione di Donetsk sono sotto continui assalti russi. Costanti tentativi di sfondare le nostre difese”, ha rilevato ancora Zelensky aggiungendo: “Difendendo la regione di Donetsk, i nostri soldati stanno difendendo l’intera Ucraina. Stiamo facendo di tutto affinché la nostra pressione superi ancora le capacità offensive degli occupanti”, sottolinea il presidente dell’Ucraina.

“Questa settimana abbiamo ottenuto ottimi risultati per quanto riguarda la nostra difesa da Stati Uniti, Germania, Polonia, Canada, Belgio, Norvegia, Italia e altri. La prossima settimana non dovrà essere da meno”, ha affermato poi su Telegram il presidente ucraino aggiungendo: “E’ molto importante mantenere la dinamica riguardo al sostegno alla nostra difesa da parte dei nostri partner. La velocità di approvvigionamento è stata e sarà uno dei fattori chiave di questa guerra. La Russia spera di prolungare la guerra, esaurire le nostre forze. Quindi dobbiamo fare del tempo la nostra arma. Dobbiamo accelerare il trend, la fornitura e valutare nuove opzioni di armi necessarie per l’Ucraina”.

Leggi anche:  Il sindaco di Kharkiv: "Meno missili sulla città da quando possiamo colpire le postazioni in Russia"

Olesya Krivtsova sfoggia un tatuaggio anti-Putin su una caviglia e un braccialetto che traccia ogni sua mossa sull’altra. La 19enne della regione russa di Arkhangelsk deve indossare il dispositivo mentre è agli arresti domiciliari dopo essere stata accusata di un post sui social media che secondo le autorità russe screditano l’esercito russo e giustificano il terrorismo. Lo riferisce la ‘Cnn’ spiegando che Krivtsova rischierebbe anni di carcere e che è stata aggiunta alla lista dei terroristi e degli estremisti, alla pari dell’Isis, di al Qaeda e dei talebani, per aver pubblicato una storia su Instagram sull’esplosione del ponte di Crimea ad ottobre criticando la Russia per aver invaso l’Ucraina.

Krivtsova, una studentessa all’Università nella città nord-occidentale di Arkhangelsk, sottolinea la Cnn, “sta anche affrontando accuse penali per aver screditato l’esercito russo in un presunto repost critico della guerra in una chat studentesca sul social network russo Vk”.

Olesya Krivtsova sfoggia un tatuaggio anti-Putin su una caviglia e un braccialetto che traccia ogni sua mossa sull’altra. La 19enne della regione russa di Arkhangelsk deve indossare il dispositivo mentre è agli arresti domiciliari dopo essere stata accusata di un post sui social media che secondo le autorità russe screditano l’esercito russo e giustificano il terrorismo. Lo riferisce la ‘Cnn’ spiegando che Krivtsova rischierebbe anni di carcere e che è stata aggiunta alla lista dei terroristi e degli estremisti, alla pari dell’Isis, di al Qaeda e dei talebani, per aver pubblicato una storia su Instagram sull’esplosione del ponte di Crimea ad ottobre criticando la Russia per aver invaso l’Ucraina.

Leggi anche:  Il sindaco di Kharkiv: "Meno missili sulla città da quando possiamo colpire le postazioni in Russia"

Krivtsova, una studentessa all’Università nella città nord-occidentale di Arkhangelsk, sottolinea la Cnn, “sta anche affrontando accuse penali per aver screditato l’esercito russo in un presunto repost critico della guerra in una chat studentesca sul social network russo Vk”.

Native

Articoli correlati