Putin a Scholz: "Kiev rifiuta i negoziati perché ha sostegno politico e finanziario dell'Occidente"
Top

Putin a Scholz: "Kiev rifiuta i negoziati perché ha sostegno politico e finanziario dell'Occidente"

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha avuto un colloquio telefonico con il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, sulla situazione in Ucraina e ha accusato l'Occidente

Putin a Scholz: "Kiev rifiuta i negoziati perché ha sostegno politico e finanziario dell'Occidente"
Preroll

globalist Modifica articolo

2 Dicembre 2022 - 12.49


ATF

Diplomazia in movimento? Il presidente russo, Vladimir Putin, ha avuto un colloquio telefonico con il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, sulla situazione in Ucraina. «Le politiche dell’Occidente in Ucraina sono distruttive», ha detto Putin a Scholz, secondo quanto riferito dal Cremlino.

«Colpiamo obiettivi in Ucraina in risposta agli attacchi di Kiev alle infrastrutture, compreso il ponte della Crimea», ha detto ancora Putin rivolgendosi al cancelliere tedesco. 

Secondo quanto riferito inoltre da Ria Novosti, Putin ha detto a Scholz che l’«atto terroristico a Nord Stream» richiede un’indagine trasparente con la partecipazione dei russi. Putin, riferisce la Tass, ha posto l’accento sulla «linea distruttiva degli stati occidentali, compresa la Germania, che hanno potenziato il regime di Kiev con le armi e hanno addestrato l’esercito ucraino».

 «Tutto questo, così come l’ampio sostegno politico e finanziario all’Ucraina – sottolinea il Cremlino – comporta il completo rifiuto di Kiev di qualsiasi negoziato» e «incoraggia i nazionalisti ucraini radicali a commettere crimini sempre più sanguinosi contro i civili». 

Leggi anche:  Vladimir Putin e Kim Jong-un hanno firmato un patto di partenariato strategico globale
Native

Articoli correlati