Olaf Scholz non arretra sull'Ucraina: "Non ci sarà alcuna pace dettata da Putin"
Top

Olaf Scholz non arretra sull'Ucraina: "Non ci sarà alcuna pace dettata da Putin"

Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in apertura della conferenza per la ricostruzione dell'Ucraina a Berlino, alla presenza di Volodymyr Zelensky

Olaf Scholz non arretra sull'Ucraina: "Non ci sarà alcuna pace dettata da Putin"
Zelensky e Scholz
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Giugno 2024 - 12.30


ATF

 Non ci sarà «nessuna vittoria militare» e «nessuna pace dettata» da Vladimir Putin nella guerra in Ucraina. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in apertura della conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina a Berlino, alla presenza di Volodymyr Zelensky



Secondo il cancelliere tedesco, non ci sarà “nessuna vittoria militare e nessuna pace dettata” dal presidente russo nella sua guerra contro l’Ucraina. “Promuovere questa consapevolezza è la posta in gioco del vertice di pace che si terrà questo fine settimana in Svizzera”, ha aggiunto.

Scholz, nel corso del suo accorato intervento, ha inoltre lanciato un appello agli alleati occidentali, chiedendo loro uno sforzo per “rafforzare le difese aeree di Kiev”.

Gli alleati, ha assicurato il cancelliere tedesco, daranno il loro supporto a Kiev “per tutto il tempo necessario”.

Scholz ha esortato tutti i partecipanti alla Conferenza internazionale per la ricostruzione dell’Ucraina a sostenere l’iniziativa guidata dalla Germania per ottenere più sistemi di difesa aerea per Kiev, in modo da coprire meglio l’intero Paese, soprattutto il nord-est, che è sottoposto a bombardamenti quotidiani da parte della Russia.

Leggi anche:  Scholz boccia Putin e dice che le sue proposte di pace non sono serie

“Ciò di cui l’esercito ucraino ha più urgentemente bisogno in questo momento sono munizioni e armi, soprattutto per la difesa aerea”, ha sottolineato.

Scholz, accompagnato dal presidente ucraino Zelensky e dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, ha ricordato che per questo motivo la Germania ha deciso di consegnare all’Ucraina un terzo sistema di difesa aerea Patriot, sistemi di difesa aerea Iris-TSLM, carri armati antiaerei Gepard, missili e munizioni per artiglieria nelle prossime settimane e mesi.

“E vorrei rivolgere un appello sincero a tutti i presenti: vi prego di sostenere la nostra iniziativa di rafforzare la difesa aerea dell’Ucraina con tutto il possibile!”, ha detto, “Perché la migliore ricostruzione è quella che non deve avvenire affatto”.

Il cancelliere tedesco ha fatto notare che la Banca Mondiale stima che saranno necessari 500 miliardi di dollari per ricostruire l’Ucraina nei prossimi dieci anni. Scholz ha detto che rivedrà Zelensky giovedì al vertice dei leader del G7 in Italia, dove si batterà per ottenere impegni di ampio respiro e a lungo termine per l’Ucraina.

Leggi anche:  Scholz boccia Putin e dice che le sue proposte di pace non sono serie

“Date le dimensioni di cui stiamo parlando, è necessario che il capitale privato salga a bordo”, ha detto, sottolineando che la ricostruzione dell’Ucraina può giovare anche alle aziende straniere che investono nel Paese.

“Coloro che si impegnano in una fase iniziale, che coltivano ed espandono le loro relazioni economiche con l’Ucraina saranno in prima linea”, ha sottolineato. Il cancelliere ha sottolineato che nel caso dell’economia tedesca, centinaia di aziende operano attualmente in Ucraina, con 35.000 dipendenti solo nel settore automobilistico.

“Nonostante la guerra, non c’è un deflusso di investimenti tedeschi”, ha detto, anzi, “Il nostro volume di scambi commerciali è aumentato considerevolmente rispetto al periodo prebellico”.

In termini di numero di nuove garanzie di investimento da parte del governo tedesco, l’Ucraina è al primo posto nel mondo, ha detto, e il numero di membri della Camera tedesca del commercio estero a Kiev è aumentato di oltre il 60 per cento lo scorso anno.

Leggi anche:  Scholz boccia Putin e dice che le sue proposte di pace non sono serie

“Tutto questo mi dimostra che la comunità imprenditoriale comprende il potenziale dell’Ucraina”, ha dichiarato.

Native

Articoli correlati