Razov parla della fine della guerra e ammette: "Imprenditori italiani hanno incontrato il vice premier russo"
Top

Razov parla della fine della guerra e ammette: "Imprenditori italiani hanno incontrato il vice premier russo"

A Baku, a margine del XV Forum economico eurasiatico, c'è stato un incontro tra gli imprenditori italiani ed il vice premier russo, Andrey Belousov.

Razov parla della fine della guerra e ammette: "Imprenditori italiani hanno incontrato il vice premier russo"
Preroll

globalist Modifica articolo

28 Ottobre 2022 - 16.47


ATF

Sergey Razov, ambasciatore della Federazione Russa in Italia, ha parlato della guerra in Ucraina e di alcuni uomini d’affari italiani che hanno incontrato il vice primo ministro russo Andrey Belousov, a margine del vertice Euroasiatico di Baku. «Le crisi vanno e vengono e prima o poi sarà superata anche questa. Prima o poi ci sarà la pace anche per questo conflitto».

A Baku, a margine del XV Forum economico eurasiatico, c’è stato un incontro tra gli imprenditori italiani ed il vice premier russo, Andrey Belousov. Ne ha parlato l’ambasciatore russo a Roma, Sergei Razov, a conclusione dei lavori, sottolineando che si è trattato di un incontro «molto utile e concreto di cooperazione economica e commerciale».

L’ultimo incontro di questo tipo, ha ricordato, risale al 26 gennaio scorso, un mese prima dell’inizio della guerra in Ucraina, quando il presidente Vladimir Putin si era collegato in videoconferenza con gli ad delle principali aziende italiane in Russia: «Da allora – ha sottolineato – non c’erano più stati incontri di collaborazione concreta».

Leggi anche:  Ucraina, il consigliere di Biden accusa: "Putin guadagna terreno mentre la Camera non approva gli aiuti"

Quello che è emerso, secondo Razov, è che «qualcuno aspetta che finiscano le turbolenze sul mercato russo dove hanno lavorato per decenni con reciproca soddisfazione, ma la maggioranza assoluta è assolutamente intenzionata a rimanere sul mercato russo, nonostante le difficoltà, comprendendo che se adesso se ne vanno, queste nicchie verranno coperte da altri partner che sono interessati e che tornare sarà più difficile».

«Da questo forum – afferma – sono emerse molte cose interessanti, dal petrolio al gas, dalla logistica ai trasporti. In queste edizione c’è stata una presenza di tanti rappresentanti istituzionali dalla Russia, dall’Azerbaigian e dall’India».

«Il forum – prosegue Razov – è diventato ancor più euroasiatico rispetto alle precedenti edizioni. Oggi c’è stato un mini incontro anche tra gli uomini d’affari che sono venuti a Baku. Una circostanza che non avveniva da gennaio 2022, quando il presidente Putin ha partecipato ad un incontro con uomini d’affari e di business».

Native

Articoli correlati