Top

I russi arruolano forzatamente gli abitanti di Lugansk: "Pena di morte per chi non combatte gli ucraini"

Lo ha annunciato il commissario per i diritti umani del parlamento di Kiev Liudmyla Denisova

I russi arruolano forzatamente gli abitanti di Lugansk: "Pena di morte per chi  non combatte gli ucraini"

globalist

17 Maggio 2022 - 21.53


Preroll

Guerra in Ucraina e crimini di guerra. Nel territorio temporaneamente occupato della regione di Lugansk, le forze russe hanno lanciato l’arruolamento forzato della popolazione locale. Gli invasori minacciano di giustiziare i residenti maschi che si rifiutano di combattere contro l’Ucraina

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo ha annunciato il commissario per i diritti umani del parlamento di Kiev Liudmyla Denisova, riferisce Ukrinform. «Gli occupanti russi stanno cercando nell’area uomini che si sono trasferiti in profondità nei territori occupati e in luoghi più sicuri dove fuggire dai bombardamenti. Fanno irruzione in appartamenti, famiglie e aree suburbane. I coscritti vengono portati via sotto la minaccia delle armi e in caso di qualsiasi resistenza, gli uomini sono minacciati di esecuzione», ha sottolineato il difensore civico.

Middle placement Mobile

 Secondo Denisova, la mobilitazione forzata degli abitanti dei territori occupati è vietata dall’articolo 51 IV della Convenzione di Ginevra relativa alla protezione delle persone civili in tempo di guerra. 

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage