Top

Svezia, Rasmus Paludan cerca consensi: l'ultrà di destra che brucia il Corano è in tour

Rasmus Paludan è il leader del partito Stram Kurs, di estrema destra. Si sono registrati scontri a Linköping e Norrköping da parte di manifestanti a suo favore

Svezia, Rasmus Paludan cerca consensi: l'ultrà di destra che brucia il Corano è in tour
Rasmus Paludan

globalist

18 Aprile 2022 - 10.04


Preroll

Prosegue il tour del politico danese di estrema destra, Rasmus Paludan (40 anni), leader del partito Stram Kurs (in italiano: Linea Dura) in Danimarca, è in tour in Svezia. È stato un venerdì piuttosto intenso per lui. E per i suoi seguaci e detrattori.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Era in programma che dovesse parlare e bruciare il Corano – come sua abitudine – in due città svedesi, a Linköping e Norrköping. L’evento ha attirato a Linköping centinaia di manifestanti pro-Paludan, che – dopo disordini, tafferugli e scontri veri e propri, causando anche degli incendi – hanno distrutto dieci auto della polizia e attaccato gli agenti. Sfiorati gli scontri con gli oppositori di Paludan, in particolare provenienti delle comunità musulmane di Svezia, molto numerose in quella zona del Paese. .

Middle placement Mobile

Già venerdì mattina, Paludan si trovava in un’altra città, Jönköping, e ha cercato di fare il suo solito comizio da politica di ultra-destra. Tuttavia, ha avuto appena il tempo di iniziare il comizio in piazza Stadsgården, a Jönköping, prima che le campane della chiesa della piazza iniziassero a suonare. Non casualmente…
A Råslätt, il quartiere di Jönköping dove era in programma il discorso di Paludan , c’era un gran dispiegamento di forze di polizia. Paludan aveva chiesto di parlare davanti alla Moschea, ma la polizia ha concesso il permesso soltanto per la piazza.

Dynamic 1

Dopo che le campane hanno smesso di suonare, Paludan ha tenuto il suo discorso e ha bruciato un altro Corano. Alcuni uomini musulmani si sono messi in piedi appena fuori dalla recinzione anti-sommossa prevista dalla polizia e semplicemente hanno pregato. Sempre venerdì, a Rinkeby, un sobborgo a ovest di Stoccolma, Paludan si era presentato verso mezzogiorno e aveva bruciato un altro Corano, come previsto dal suo discutibile “cerimoniale”. Stavolta, però, è stato accolto da lanci di pietre. Un poliziotto è stato ferito e diverse persone sono state arrestate.

Circa 300 persone hanno partecipato alla manifestazione di Paludan a Rinkeby. A intervalli regolari, l’atmosfera tra gli spettatori si è surriscaldata, ma la polizia è riuscita a trattenerli, seppur a stento. Quando – dopo una pausa – Paludan ha bruciato un altro Corano, l’ennesimo, le pietre hanno ricominciato a volare sopra la sua testa.

Dynamic 2

E la polizia ha consigliato a Paludan di allontanarsi, che ha saggiamente seguito il consiglio e ha cambiato aria. Nelle ultime elezioni danesi, il partito Stram Kurs ha ottenuto solo l’1,8% dei voti, non sufficiente per avere un seggio nel Folketing, il Parlamento danese. Rasmus Paludan ha assicurato che ora ci proverà in Svezia, presentandosi alle elezioni parlamentari svedesi nel 2022. I disordini in Svezia sono continuati anche sabato. E di mezzo c’era ancora Paludan…

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage