Bannon obbedisce al suo 'padrone' Trump e non testimonia sul tentato golpe di Capitol Hill
Top

Bannon obbedisce al suo 'padrone' Trump e non testimonia sul tentato golpe di Capitol Hill

L'ex stratega della Casa Bianca non intende conformarsi alla richiesta di comparire davanti alla commissione di inchiesta sull'assalto al Campidoglio, avvenuto lo scorso 6 gennaio.

Bannon e Meloni
Bannon e Meloni
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Ottobre 2021 - 19.57


ATF

Fedele alle consegne del suo ‘padrone’ che vuole boicottare le indagini sul tentato golpe di Capitol Hill. 

L’ex stratega della Casa Bianca, Steve Bannon, non intende conformarsi alla richiesta di comparire davanti alla commissione di inchiesta sull’assalto al Campidoglio, avvenuto lo scorso 6 gennaio. Anche l’ex capo dello staff Mark Meadows, raggiunto dal mandato di comparizione si è rifiutato di comparire. Entrambi hanno inviato una lettera alla commissione.

Simili mandati di comparizione sono stati inviati a Dan Scavino, vice capo dello staff di Trump per le comunicazioni e a Kashyap Patel, capo dello staff dell’allora segretario alla Difesa Christhoper Miller. La Cnn sostiene che i due non hanno risposto.

Ieri l’ex presidente Donald Trump aveva consigliato a tutti i suoi aiutanti di contravvenire alle richieste della commissione d’inchiesta poiché viola un privilegio dei membri del potere esecutivo che possono rifiutarsi di comparire davanti al Congresso. In realtà poiché Trump e i suoi collaboratori sono tutti ex, non possono invocare tale privilegio e il tema della sicurezza nazionale prevale su qualunque richiesta di segretezza e discrezione.

Leggi anche:  Morto il cospirazionista che si è dato fuoco davanti al tribunale dove processavano Trump

Bannon è stato citato in giudizio come organizzatore del raduno del 6 gennaio e non come ex membro dello staff presidenziale.

Native

Articoli correlati