Scempio in Afghanistan: profanata la tomba di Ahmad Massoud

La tomba del comandante anti-talebano ucciso venti anni orsono è nella valle del Panjshir ora sotto controllo degli islamisti che odiano l'eroe della resistenza

Tomba di Massoud profanata dai Talebani

Tomba di Massoud profanata dai Talebani

globalist 9 settembre 2021
I talebani sono tornati rapidamente a riconquistare l' Afghanistan, e le iniziali differenze  propagandate dagli stessi studenti coranici tra il nuovo governo che si appresta a giurare e il regime che ha guidato il Paese dal '96 e il 2001, si assottigliano sempre di più.
La tomba di Ahmad Shah Massoud, il leggendario comandante della resistenza anti talebana degli anni novanta, è stata parzialmente distrutta. Nell'anniversario della morte del 'leone del Panshir' le immagini della profanazione del suo mausoleo sono state commentate con indignazione sui social afghani.
Il sepolcro si trova nella valle del Panshir, che i talebani hanno da poco conquistato, facendo battere in ritirata la resistenza guidata dal figlio di Massoud. Le immagini sui social mostrano la copertura di cristallo infranta e la lapide spezzata.
Molti utenti fanno notare che pur di profanare la tomba, i talebani hanno rotto una scritta con i versi del Corano che avrebbero dovuto considerare sacra. Ucciso vent'anni fa in un attentato di Al Qaeda, che rappresentò il via libera all'11 settembre, Massoud è considerato un eroe nazionale afghano.