Top

La protesta di Cuba: "Dagli Usa aggressione su internet, è l'embargo che blocca la nostra rete"

Il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez, attacca la misura approvata nei giorni scorsi al Senato Usa per aiutare a far arrivare il segnale di Internet dalla Florida nell'isola.

Il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez
Il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez

globalist

12 Agosto 2021 - 19.32


Preroll

“Denuncio l’aggressione da parte del Senato degli Stati Uniti attraverso l’emendamento sull’Internet a Cuba che contribuisce al lucroso business della macchina politico-sovversiva in Florida”.
Così il ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, ha attaccato la misura approvata nei giorni scorsi al Senato Usa per aiutare a far arrivare il segnale di Internet direttamente dalla Florida nell’isola.
Durante la repressione da parte delle forze governative delle proteste esplose nelle scorse settimane a Cuba, il governo è stato accusato di aver sospeso l’accesso alla Rete per impedire che venissero diffuse immagini e notizie sulle proteste.
Accuse che Rodriguez respinge, affermando che è l’embargo che da decenni gli Stati Uniti impongono a Cuba “l’ostacolo principale all’accesso libero e sovrano del popolo cubano a Internet”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile