Sette contee "trumpiane" vogliono la secessione dell'Oregon per aderire all'Idaho
Top

Sette contee "trumpiane" vogliono la secessione dell'Oregon per aderire all'Idaho

Quei territori hanno votato per Donald Trump nel 2016 e nel 2020 e non vogliono stare in uno stato 'liberal'

Cartina geografica degli Usa
Cartina geografica degli Usa
Preroll

globalist Modifica articolo

22 Maggio 2021 - 17.22


ATF

In America c’è subbuglio nelle sette contee dello stato dell’ Oregon che vogliono la secessione dallo stato stesso per aderire al vicino Idaho, considerato più in linea con il loro modo di pensare e vivere, soprattutto a livello politico.
Le sette contee, che hanno votato per Donald Trump nel 2016 e nel 2020, si sono espresse a favore dell’addio dal liberal Oregon che le ha “abbandonate” e dell’adesione al ‘Greater Idaho’ conservatore.
La pandemia ha accentuato la voglia di secessione nelle contee rurali dell’Oregon, ma le chance di successo dell’iniziativa sono limitate. Per consentire l’addio serve il via libera delle autorità dell’Oregon, tutte democratiche, e soprattutto del Congresso.
Per gli Stati Uniti la voglia di secessione di uno stato o di una parte di questo non è una novità: Il nord di New York assapora l’idea da anni, in California da sempre della possibilità di dividere lo stato in due e il Texas ha caldeggiato l’idea di una secessione dagli Usa.

Leggi anche:  Sondaggi politici: Trump in vantaggio di Biden nei principali stati chiave
Native

Articoli correlati