Top

Putin mostra i muscoli: "C'è russofobia, difenderemo con fermezza gli interessi nazionali"

Il presidente russo in occasione della sfilata celebrativa della vittoria nella Seconda Guerra Mondiale

Vladimir Putin durante la sfilata celebrativa della vittoria russa nella Seconda Guerra Mondiale
Vladimir Putin durante la sfilata celebrativa della vittoria russa nella Seconda Guerra Mondiale

globalist

9 Maggio 2021 - 10.27


Preroll

In occasione della sfilata celebrativa della vittoria nella Seconda Guerra Mondiale, il presidente russo Valdimir Putin ha affermato: “La Russia difenderà sempre con fermezza i propri interessi nazionali”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“La Russia difende senza tregua il diritto internazionale, ma allo stesso tempo garantiremo la sicurezza del nostro popolo”, ha ribadito Putin sottolineando come molte delle idee del nazismo “siano riemerse alla luce del sole”, come “i discorsi razzisti, di superiorità nazionale, di antisemitismo e di russofobia”.

Middle placement Mobile

“Il popolo sovietico ha rispettato il suo sacro giuramento, difeso la patria e liberato i Paesi europei dalla peste bruna”, ha concluso Putin che ha fatto delle cerimonie del 9 maggio uno dei simboli celebrativi della Russia accusando l’Occidente di volerne minimizzare il contributo alla vittoria contro il nazifascismo.

Dynamic 1

Di fatto, nella “Grande Guerra Patriottica” – come viene definita dai russi – l’Unione Sovietica ha pagato il più elevato tributo di sangue sia fra il personale militare che quello civile (anche perché il grosso dei combattimenti dopo il 1941 ne ha interessato il territorio); va anche detto però che la resistenza e infine la vittoria sovietica sono state rese possibili dall’assistenza logistica e militare degli Alleati, culminata nel 1944 con l’apertura del secondo fronte con lo sbarco in Normandia.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile