In Germania parte l'esperimento: stop alle restrizioni per chi è vaccinato

Non dovranno rispettare il coprifuoco e le regole di quarantena e potranno incontrarsi senza limitazioni. D'accordo anche i Verdi all'opposizione

Angela Merkel

Angela Merkel

globalist 4 maggio 2021
Le misure sono state concordate dai gruppi parlamentari dei partiti di governo, Cdu/Csu e Spd, secondo quanto anticipa la Bild.

Quando entreranno in vigore, gli immunizzati non dovranno rispettare il coprifuoco notturno, delle 22 e delle 5, che si applica nella maggior parte del Paese. Non dovranno presentare test rapidi negativi per accedere a negozi non essenziali e ad altri servizi (musei e parchi di divertimento, tra gli altri) e non dovranno rispettare le regole di quarantena.

Inoltre, gli immunizzati potranno incontrarsi senza limitazioni e non conteranno nei calcoli generali delle restrizioni. Tra le altre misure su cui, secondo la Bild, vi sarebbe l’accordo all’interno della Grosse Koalition, il fatto che un nucleo familiare non vaccinato può incontrare senza limiti persone vaccinate oppure già guarite dal virus.

Al tempo stesso, cade l’obbligo di effettuare tamponi anti-Covid oppure di sottoporsi a quarantena nei casi previsti dalle attuali normative, per esempio per chi rientra da viaggi all’estero.  

Vanno considerati vaccinati coloro a cui siano già stati somministrati ambedue le dosi di siero anti-coronavirus, con la sola eccezione del prodotto di Johnson & Johnson, che prevede una sola vaccinazione. Questo mentre è considerato guarito da Covid-19 chi abbia superato la malattia da almeno 28 giorni e al massimo da 6 mesi.  

Tra gli obblighi che invece permarranno per vaccinati e guariti, secondo le anticipazioni de media, c’è quello di continuare ad indossare le mascherine e di mantenere le distanze minime indicate. Sempre a quanto scrive la Bild, già mercoledì vi sarà il via libera in merito nel consiglio dei ministri, seguito il giorno dopo dalla votazione al Bundestag e il venerdì al Bundesrat, la camera dei Laender. 

I Verdi, attualmente all’opposizione, hanno già fatto sapere di essere d’accordo con la scelta del governo di Angela Merkel: la decisione “va nella giusta direzione”, ha detto il co-leader degli ambientalisti tedeschi, Robert Habeck. “Si tratta di restituire diritti di libertà, per cui in effetti è consigliabile premere sull’acceleratore”. 

Il ministro della Salute, Jens Spahn, ha confermato che il governo tedesco ha avviato l’iter che allenterà le limitazioni. A detta del titolare del dicastero della salute del governo di Angela Merkel, “l’obiettivo è di far entrare in vigore la nuova disposizione alla fine di questa settimana o al massimo la prossima settimana”. Sempre secondo Spahn, inizieranno subito consultazioni con i rappresentanti di Bundestag e Bundesrat.

Tuttavia, anche quest’anno l’Oktoberfest è stato annullato a causa della pandemia.