Dopo il no alla benedizione delle coppie gay i preti austriaci espongono le bandiere arcobaleno

La parrocchia di Hard, in Austria, è tra le chiese del paese che hanno deciso di sventolare la bandiera arcobaleno in solidarietà con la comunità Lgbt. Anche l'arcivescovo di Vienna Schonborn protesta.

Bandiere arcobaleno in Austria per protestare contro il no alla benedizione delle coppie gay

Bandiere arcobaleno in Austria per protestare contro il no alla benedizione delle coppie gay

globalist 4 aprile 2021
Una protesta civile ma ferma e sbandierata, nel vero senso del termine, perché fosse eviodente a tutti.
La parrocchia di Hard, in Austria, è tra le diverse chiese del territorio che hanno deciso di sventolare la bandiera arcobaleno in solidarietà con la comunità Lgbt dopo il no del Vaticano avallato dal Papa.
Anche l'arcivescovo di Vienna, il cardinale Cristoph Schonborn, nelle scorse settimane aveva espresso disappunto per il no dell'ex Sant'Uffizio: ''Non sono stato contento di questa dichiarazione della Congregazione per la Dottrina della Fede. Per questo semplice motivo: il messaggio che ha attraversato i media di tutto il mondo è stato solo un 'No'. Un ''No'' alla benedizione; e questo è qualcosa che ferisce intimamente molte persone, come se percepissero e dicessero: ''Madre, non hai nessuna benedizione per me? Anch'io sono tuo figlio''. La Chiesa è, come si dice tradizionalmentemadre e maestra. Deve insegnare, ma prima di tutto è una madre''.