Trump litiga con tutto: ora ha rotto il ponti con il genero Jared Kushner

L'ex presidente è arrabbiato con il marito della figlia Ivanka perché non ha sostenuto il suocero nelle accuse di brogli alle elezioni presidenziali o nell'incitare la folla ad attaccare il Congresso

Donald Trump e il genero Jared Kushner

Donald Trump e il genero Jared Kushner

globalist 4 marzo 2021

Il miliardario xenofobo ha rotto con tutti e adesso anche con il genero: Jared Kushner si è allontanato da Donald Trump, tanto da non aver partecipato la settimana scorsa alla riunione di fedelissimi convocata dal suocero per pianificare il suo possibile futuro politico.

Lo ha scritto la Cnn, citando fonti vicine al genero dell'ex presidente, marito dell'amata figlia Ivanka.
Durante i quattro anni della presidenza, Kushner è stato uno dei consiglieri più vicini a Trump, in prima linea per le iniziative in Medio Oriente, compreso il successo degli Accordi di Abramo. Ma ora Kushner sembra aver deciso di allontanarsi dalla politica, "vuole una pausa", stare di più con la famiglia, chiudere il capitolo e "cercare una ripartenza".


Altre fonti riferiscono che la rottura è dovuta a Trump, il quale dice alle persone vicine di essere arrabbiato col genero.

Kushner non ha sostenuto il suocero nelle accuse di brogli alle elezioni presidenziali o nell'incitare la folla ad attaccare il Congresso. E ora l'ex presidente accusa il marito della figlia di essere responsabile della sconfitta elettorale. La rottura, dato che siamo in famiglia, non appare tuttavia totale.

Fonti riferiscono alla Cnn che genero e suocero hanno comunque pranzato assieme mercoledì e altri prevedono che, se Trump deciderà di ricandidarsi, i due si riavvicineranno e Kushner tornerà nel ruolo di consigliere. Come Trump, Jared e Ivanka si sono trasferiti in Florida dopo la fine della presidenza, ma in una residenza separata da quella dell'ex presidente. Diversi commentatori hanno ipotizzato una possibile candidatura politica di Ivanka.