Il Governatore del Texas scimmiotta Trump: "Il Covid lo portano gli immigrati messicani"

Non solo: ha anche tolto l'obbligo di mascherine nel suo stato, ma per fortuna molte aziende hanno contestato la decisione del governatore e continueranno a richiedere l'obbligatorietà

Greg Abbott

Greg Abbott

globalist 4 marzo 2021
Scontro tra il Governatore del Texas, il trumpiano Greg Abbott, che ha difeso la sua scelta di non rendere le mascherine obbligatorie nel suo stato, e il Presidente Biden, che ieri ha definito questa decisione (applicata anche da altri governatori) frutto di "un ragionamento da uomo di Neanderthal".
"L'eliminazione dell' obbligatorietà della maschera non apporterà un grande cambiamento nello stato del Texas. Le persone continueranno a indossare una maschera anche se non esiste un mandato statale. I mandati del governo non sono necessari perché i texani conoscono le migliori pratiche ", ha spiegato il governatore Fox news, precisando che in un anno tutti hanno imparato le buone pratiche necessarie ad evitare la diffusione del virus.
Abbott su Cnbc ha detto che il commento di Biden "non è un tipo di parola che un presidente dovrebbe usare" e ha dato la responsabilità della diffusione dei contagi in Texas agli immigrati che attraversano il confine con il Messico e non vengono testati nei centri di accoglienza.
Molte aziende hanno contestato la decisione del governatore e continueranno a richiedere l'obbligatorietà della maschera per lavoratori e clienti. L'allenatore della squadra di basket dei San Antonio Spurs l'ha definita "ridicola e ignorante".