Top

Ora Trump vuole cacciare la direttrice della Cia, ma molti repubblicani si oppongono

Continuano le vendette personali del Presidente uscente. Ma Gina Haspel è ben vista da molti importanti senatori repubblicani

La direttrice della Cia Gina Haspel
La direttrice della Cia Gina Haspel

globalist

11 Novembre 2020 - 14.09


Preroll

Aumentano le voci di un’altra vendetta del Presidente Trump, che sta reagendo alla sconfitta (che ancora non ha ammesso) contro Biden silurando chi percepisce come ‘traditore’: dopo il capo del Pentagono Mark Esper ora corre la voce che la prossima vittima di Trump sarebbe Gina Haspel, capo della Cia. Ma sono molti i senatori repubblicani che stanno esprimendo il loro sostegno a Haspel. Marco Rubio, capo della commissione di intelligence, ha dichiarato: “Se volete la mia opinione, penso che abbia fatto veramente un buon lavoro. Le decisioni spettano al presidente Trump, ma sarebbe bene che rimanesse in carica per la stabilità dell’agenzia”. 
Haspel ha incontrato ieri la commissione guidata da Rubio, nell’ambito dei regolari briefing con esponenti dell’intelligence. Subito dopo, il capo della Cia ha avuto un incontro con l’influente leader della maggioranza repubblicana al Senato. Mitch McConnell non ha fatto commenti, ma l’incontro è stato interpretato come un segnale di sostegno alla Haspel.
È da ottobre che vi sono indiscrezioni su una possibile destituzione della Haspel, che ha resistito ad alcune richieste di Trump. Anche il capo dell’Fbi, Christopher Wray, sarebbe a rischio. E negli ambienti della sicurezza cresce la preoccupazione di un vuoto di leadership, specie dopo che il capo del Pentagono è stato rimosso, nel clima d’incertezza post elettorale, con Trump che non vuole concedere la vittoria a Joe Biden.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile