Top

Caso Suarez, il legale della Juventus all'Università: "Vi porteremo altri stranieri"

Sul Corriere della sera le intercettazioni dell'inchiesta della Procura di Perugia sulla presunta truffa per far superare l'esame d'italiano all'attaccante uruguaiano

Suarez
Suarez

globalist

23 Settembre 2020 - 09.01


Preroll

“Vi porteremo altri stranieri”. È quanto detto dall’avvocatessa Maria Turco che lavora nello studio di Luigi Chiappero, da sempre legale del club bianconero, al dg dell’università per stranieri di Perugia, Simone Olivieri, finito sotto inchiesta per la presunta truffa dietro all’esame d’italiano sostenuto dal calciatore del Barcellona, Luis Suarez. Lo riporta un articolo pubblicato sul Corriere della sera. Tra i due sarebbero state intercettate tre telefonate. Insomma, un accordo con l’ateneo per far sostenere l’esame a tutti i giocatori stranieri che hanno bisogno della certificazione per ottenere la cittadinanza italiana.

OutStream Desktop
Top right Mobile

È l’inizio di settembre quando un amico di Olivieri lo mette in contatto con l’avvocatessa Turco che lavora nello studio di Luigi Chiappero, da sempre legale della Juventus. Cominciano così una serie di telefonate per accordarsi sulle modalità di svolgimento dell’esame. I tempi sono stretti, c’è bisogno di fare in fretta ma soprattutto di avere la certezza che Suarez, nonostante non conosca l’italiano, ottenga il certificato. Vengono individuati i professori e si avvia una trattativa che – questo avrebbe assicurato Turco – avrebbe portato utilità anche all’ateneo. I due non immaginano evidentemente di essere intercettati e invece i finanzieri ascoltano in diretta le conversazioni.

L’avvocatessa, riporta sempre il Corriere della sera, spiega a Olivieri l’intenzione di “dirottare” sull’università per stranieri di Perugia tutti gli altri giocatori extracomunitari che avranno in futuro bisogno di sostenere l’esame di italiano per poter essere tesserati.
E così ottiene da Olivieri la certezza che si farà tutto il necessario per risolvere ogni problema legato a Suarez. Quanto basta ai magistrati per ipotizzare il reato di corruzione e delegare ulteriori verifiche. Si tratta infatti di una “utilità” per l’ateneo, per questo la contropartita è stata contestata nell’informazione di garanzia al direttore generale. Adesso sarà lui a dover chiarire ogni passaggio, compresa la procedura d’urgenza che si è deciso di riservare al calciatore.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile