Giovane va a un Covid party si infetta e muore: credeva che la pandemia fosse una bufala

Lo rivela la dottoressa Jane Appleby, dell’ospedale Metodista di San Antonio, che ha raccontato come l'uomo, poco prima di morire, abbia ammesso: “Credo di aver fatto un errore".

Coronavirus

Coronavirus

globalist 13 luglio 2020
Un 30enne è morto in Texas a causa del Coronavirus dopo aver partecipato a un cosiddetto ‘Covid party’. Lo rivela la dottoressa Jane Appleby, dell’ospedale Metodista di San Antonio, che ha raccontato come l'uomo, poco prima di morire, abbia ammesso: “Credo di aver fatto un errore. Pensavo che il Coronavirus fosse una bufala, ma non lo è”.
La Appleby ha deciso di rivelare la storia per far capire che il virus può colpire chiunque: “Credo che alcune persone si riuniscano per vedere se il virus è reale e se qualcuno viene infettato”, ha spiegato la dottoressa, che ha inoltre spiegato come la festa a cui ha partecipato la vittima fosse stata organizzata da una persona a cui era stato diagnosticato il contagio.