La senatrice Klobuchar: "Biden scelga una donna nera come vicepresidente"
Top

La senatrice Klobuchar: "Biden scelga una donna nera come vicepresidente"

Klobuchar era candidata alle primarie democratiche ma ora consiglia Biden: "Questo è un momento storico, e l'America deve cogliere l'attimo di questo momento"

Amy Klobuchar
Amy Klobuchar
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Giugno 2020 - 10.49


ATF

Amy Klobuchar, senatrice del Minnesota ed ex candidata alla Casa Bianca, si è sfilata dalla corsa alla vicepresidenza, sostenendo che Joe Biden, se eletto, dovrebbe portare con sé alla Casa Bianca una donna nera: “Questo è un momento storico, e l’America deve cogliere l’attimo di questo momento. E credo davvero che, come ho detto a Biden quando l’ho chiamato, questo sia il momento di mettere una donna di colore in quel ticket”, ha spiegato a Msnbc. Biden ha incassato il passo indietro, lodando “la grinta e la determinazione” della senatrice: “Insieme -ha assicurato – batteremo Donald Trump”.
Sulla senatrice del Minnesota pesa la scarsa popolarità tra gli afroamericani, la stessa che ha messo fine alla sua candidatura alle primarie. Prima di scendere in politica, Klobuchar è stata procuratrice distrettuale di Hennepin County dal ’99 al 2007, proprio la giurisdizione dove è morto George Floyd, il cui caso ha dato il via alle violente reazioni in tutto il Paese. In quel periodo, Klobuchar non avrebbe perseguito una dozzina di agenti di polizia coinvolti in episodi di violenza. Tra loro, proprio Derek Chauvin, 44 anni, il poliziotto ripreso nel video mentre preme per otto minuti il ginocchio sul collo di Floyd. L’afroamericano, fermato per un sospetto di frode risultato infondato, è poi morto in ospedale in seguito a una crisi respiratoria.
Chauvin era stato uno dei sei poliziotti che nel 2006 avevano ucciso un nero, Wayne Reyes, dopo che l’uomo, pugnalato un amico e la fidanzata, aveva puntato la pistola contro gli agenti. Su Klobuchar pesa anche un altro caso: quello della controversa condanna di un afroamericano di 17 anni, Myon Burrell, incriminato per la morte di una bambina di undici anni, uccisa, mentre era in casa, da una pallottola vagante sparata per strada. La condanna all’ergastolo era arrivata dopo un’indagine risultata, anni dopo, frettolosa, piena di buchi e senza testimoni. Burrell, che ora ha 33 anni e si è sempre dichiarato innocente, è tutt’ora in carcere. La questione razziale potrebbe spingere Biden a evitare messaggi ambigui, virando su candidate più popolari tra gli afroamericani. L’ex vicepresidente ha detto che annuncerà la scelta intorno al primo agosto.

Leggi anche:  Biden spera in un accordo per il cessate il fuoco a Gaza entro lunedì
Native

Articoli correlati