Malta, un gruppo di 75 migranti si salva grazie alle reti da pesca per i tonni

Lo riferisce l'Unhcr di Malta, che annuncia come i migranti erano in condizioni disperate, in mare da tre giorni senza cibo né acqua

Migranti

Migranti

globalist 30 maggio 2019
Hanno passato tre giorni in mare, senza cibo nè acqua, salvati dalla morte da una rete per la pesca dei tonni cui si sono aggrappati. Sono 75 i migranti recuperati in condizioni disperate dalle Forze Armate di Malta, come riferisce con un tweet la sezione maltese dell'Unhcr. 
Il salvataggio ricorda un episodio simile del 2008 quando un gruppo di 56 migranti fu trovato aggrappato a una di queste grandi strutture galleggianti circolari che tengono a galla una rete, ricorda il sito del Times of Malta aggiungendo che le immagini "scioccarono il mondo". Fonti della Marina libica al corrente del salvataggio, mostrando anche una foto, hanno riferito all'Ansa che il gommone non era affondato e che la rete era talmente grande da consentire di stare agevolmente in piedi sui bordi.